Notizie su mercato immobiliare ed economia

Rent to buy, le critiche del notariato alla disciplina fiscale prevista dall'agenzia delle entrate (scarica pdf)

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il Consiglio Nazionale del Notariato ha fatto il punto sul trattamento fiscale da applicare ai "contratti di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili", stabilito da una circolare dell'Agenzia delle Entrate. La nota è critica soprattutto sulla doppia imposizione fiscale scaturita dal considerare il rent to buy come un duplice contratto.

Rent to buy: due contratti, due diverse tassazioni

Oggetto delle critiche del notariato è soprattutto la scelta del fisco di considerare il rent to buy come un duplice contratto - uno di affitto e l'altra di compravendita - dando vita in questo modo a una duplice tassazione, considerata eccessiva. Sarebbe stato preferibile, trattare il rent to buy come un tipo contrattuale a sé stante.

Lo sdoppiamento della fattispecie ha, infatti, come conseguenza l'applicazione di una doppia imposta fissa di registro nel caso in cui sia il godimento che la cessione del bene siano soggetti ad iva. Il considerare il rent to buy come una fattispecie contrattuale unica avrebbe invece comporatato l'applicazione di una sola imposta fissa di registro.

Tassazione dei canoni pagati in conto vendita

Un altro punto critico riguarda la sorte della tassazione applicata ai canoni pagati in conto vendita, nel caso in cui l'inquilino decida di non esercitare il diritto d'acquisto. Mentre per il fisco questi canoni diventano a fondo perduto, per il notariato queste somme dovrebbero essere state soggette a restituzione.

Un altro appunto interessante rigurda, ad esempio, la determinazione dell'imposta di registro da applicare in sede di trasferimento dell'immobile. Secondo il notariato, infatti, oltre a contemplare l'ipotesi di un eventuale rimborso dell'eccedenza, l'agenzia avrebbe dovuto riconoscere che l'imposta applicata agli acconti sia commisurata a quella principale dovuta per il trasferimento, rimborsando in ogni caso l'eccedenza.

Scarica il documento completo