Notizie su mercato immobiliare ed economia

Rottamazione cartelle Equitalia, le nuove scadenze del 2017

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Si modifica il calendario relativo alle scadenze della rottamazione delle cartelle Equitalia. Un emendamento presentato in Commissione Finanze alla Camera, nell’ambito del Decreto Terremoto, su cui il governo ha fatto sapere di voler dare parere favorevole, chiede lo slittamento del termine per l’adesione al 21 aprile (rispetto alla scadenza del 31 marzo) e al 15 giugno (rispetto al 31 maggio) per le risposte dell’agente di riscossione alle istanze presentate.

L’emendamento prevede 21 giorni in più a disposizione dei contribuenti per presentare il modello di adesione alla rottamazione e, di conseguenza, sposta al 15 giugno il termine entro cui Equitalia dovrà inviare ai contribuenti il saldo dovuto da versare a rate o in unica soluzione come prevede la legge a partire da luglio.

Non cambia il numero delle rate, possibili fino a quattro, e la scadenza dell’unico versamento per chi non sceglie il pagamento dilazionato.

La rottamazione delle cartelle esattoriali prevede uno sconto sulle sanzioni dovute sulle somme e sugli interessi di mora di tutte le cartelle emesse tra il 1° gennaio 2000 e la fine del 2016.

La sanatoria riguarda le cartelle esattoriali di Equitalia: multe, notifiche di accertamento dell’Agenzia delle Entrate su Irpef, Irap, Ires, contributi previdenziali e Inail, Iva, esclusa quella da import. Non può aderire alla sanatoria chi non è in regola con i pagamenti delle vecchie rate.