Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cedolare secca 21% sugli affitti brevi: come effettuare la ritenuta

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il 20 agosto è il termine ultimo per la comunicazione dei dati relativi ai contratti di affitto breve da parte degli intermediari immobiliari. Un altro degli adempimenti in carico ai portali e agli agenti è il versamento di una ritenuta del 21%. Vediamo come funziona.

Guida comunicazione dati affitti brevi

Tutti gli intermediari residenti o meno in Italia quando intervengono nel pagamento o incassano i corrispettivi dovranno versare una ritenuta del 21% sull'ammontare dei canoni versati.

L'aliquota del 21% va applicata sull'intero importo che il conduttore è tenuto a versare inclusa la provvigione dovuta dallo stesso locatore.  Se la provvigione non è compresa nel corrispettivo della locazione, ma viene addebbitata direttamente dall'intermediario al conduttore o al locatore non è soggetta a ritenuta.

Nel caso in cui l'immobile appartiene a più proprietari, ma solo uno ha stipulato il contratto di locazione, la ritenuta va operata e certificata solo nei confronti di quest'ultimo. Per questa ragione, sarà il soggetto intestatario del contratto a indicare la ritenuta subita nella dichiarazione dei redditi. 

ritenuta 21 locazioni brevi

La ritenuta deve essere effettuata al momento del pagamento al beneficiario della somma richiesta per l'affitto e si considera operata:

  • a titolo d'imposta, se il locatore sceglie come regime di tassazione quello della cedolare; in questo caso la ritenuta sostituisce, per il locatore, l'Irpef e le addizionali sui redditi derivanti dalla locazione
  • a titolo di acconto, se il beneficiario non esercita, in sede di dichiarazione dei redditi, l'opzione per questa modalità di tassazione.

versamento ritenuta locazioni brevi

La ritenuta deve essere versata entro il 16º giorno del mese successivo a quello in cui è stata effettuata utilizzando il modello F24. L'intermediario può effettuare un unico versamento cumulativo relativo all'importo delle ritenute operate in ciascun mese. 

Per il versamento si utilizza il codice tributo "1919". Il codice va riportato nella sezione "erario" del modello F24 in corrispondenza della colonna "importi a debito versanti" con l'indicazione nei campi "Rateazione/regioen/prov/ mese rif" e "Anno di riferimento" del mese e dell'anno di riferimento della ritenuta.

Altri codici utili sono:

  • codice tributo "1628" per recuperare in compensazione eventnuali eccedenze di versamento delle ritenute dai successivi pagamenti del medesimo anno
  • codice tributo "6782" per recuperare in compensazione eventuali eccedenze di versamento delle ritenute dai pagamenti di competenza dell'anno successivo

sanzioni mancata applicazione ritenuta

Per la mancata applicazione della ritenuta da parte dell'intermediazioni è prevista la sanzione amministrativa indicata nell'articolo 14 del decreto legislativo n 471/97, fermo restando la possibilità di ricorrere all'istituto del ravvedimento operoso. 

Recesso del contratto di affitto breve

In caso di recesso del contratto, se la ritenuta è già stata operata, versata e certificata dall'intermediario, è recuperata dal locatore in sede di dichiarazione dei redditi o richiesta di rimborso. Se la disdetta del contratto è antecedente alla certificazione della ritenuta, invece, potrà essere restituita al locatore e recuperata dall'intermediario in compensazione.