Notizie su mercato immobiliare ed economia

Sismabonus, procedure più veloci per i contributi

sisma
Creative commons
Autore: Redazione

Procedure più celeri e divieto di cumulo per il cosiddetto sismabonus. Lo dice l’ordinanza 62 del 3 agosto 2018, pubblicata lo scorso 23 agosto in Gazzetta Ufficiale.

In particolare, l'Ordinanza contiene disposizioni finalizzate a definire modalità uniformi e omogenee per l’attività istruttoria condotta dagli Uffici speciali per la ricostruzione sulle domande di contributo per gli interventi di ricostruzione privata, per velocizzare le relative procedure e garantire la correttezza dell’attività tecnica ed amministrativa necessaria alla concessione dei contributi.

L’ordinanza, a firma di Paola De Micheli, Commissario del governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016, prevede inoltre che i soggetti che hanno potuto usufruire dei contributi per realizzare gli interventi di ricostruzione privata nei comuni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpiti dal sisma due anni fa e l’anno scorso, avranno la possibilità di accedere al sismabonus per quanto concerne le spese che sforano il finanziamento ricevuto. Si dispone però il divieto di accumulare le due diverse agevolazioni, come stabilito dalla legge di bilancio 2017.