Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dichiarazione dei redditi 2020, le novità e i nuovi termini della scadenza

Cambiano dati e vengono introdotte nuove agevolazioni

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Quando si fa la dichiarazione dei redditi precompilata 2020? Il modello sarà online dal 5 maggio e la scadenza è prevista per il 30 settembre. Vediamo le novità previste quest’anno e alcuni chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

I nuovi termini di presentazione e scadenza per la dichiarazione dei redditi 2020 danno più tempo a chi deve pagare, mentre per incassare i rimborsi si potrà presentare il modello 730 a partire dal 5 maggio. Il rimborso arriverà nella prima busta paga del mese successivo a quello in cui il modello è stato inviato, o nell'assegno di pensione del secondo mese successivo.

Inoltre, con la circolare n. 9/E del 13 aprile 2020, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che “Al fine di evitare che i contribuenti debbano spostarsi dalle proprie abitazioni, le Entrate precisano che l’autorizzazione all’accesso alla dichiarazione precompilata 730/2020 può essere trasmessa, anche in forma libera, in via telematica, ad esempio, tramite e-mail o sistemi di messaggistica istantanea o mediante il deposito nel cloud del Caf o del professionista abilitato”.

I Caf e i professionisti abilitati potranno gestire a distanza l’attività di assistenza fiscale e di assistenza per la predisposizione del modello 730. A tal fine gli intermediari abilitati acquisiranno: la delega sottoscritta dal contribuente con modalità telematica, copia della documentazione a supporto della dichiarazione e copia del documento di identità.

Il 730 precompilato può essere accettato o modificato. Nel primo caso non saranno effettuati i controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all’Agenzia. I controlli documentali possono riguardare, invece, i dati comunicati dai sostituti d’imposta mediante la Certificazione unica, e gli eventuali altri redditi, ad esempio quelli da locazione. Se invece il modello precompilato viene presentato, con o senza modifiche, al Caf, i controlli saranno effettuati anche sugli oneri detraibili e deducibili che sono stati comunicati all’Agenzia delle entrate.

Novità

Nel 2020 si registrano alcune importanti novità nella dichiarazione dei redditi. A partire dalla detrazione Irpef del 50% per le somme versate all'Inps da chi ha aderito alla pace contributiva. Discorso diverso per chi  ha chiesto il riscatto agevolato della laurea, che addirittura potrà dedurre dal reddito l'intero ammontare dei contributi.

Previste anche importanti agevolazioni per i lavoratori cosiddetti “rimpatriati” che, attraverso il 730, usufruiranno di uno sconto fiscale. Questa agevolazione si applica a tutti i lavoratori rientrati in Italia a partire dal 30 aprile 2019. Sarà infatti possibile chiedere il rimborso delle tasse da parte di chi non ha chiesto l'applicazione del regime agevolato al proprio datore di lavoro.