Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come funziona la sospensione dei versamenti Inps e Inail

I chiarimenti contenuti in un messaggio dell'Istituto di previdenza

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La sospensione per i versamenti Inps e Inail di marzo e aprile, con rinvio dei pagamenti a giugno, dipende dal calcolo del calo del fatturato per imprese e professionisti. Vediamo le precisazioni contenute nel messaggio 1754/2020 dell’Istituto di previdenza.

La sospensione è prevista fino al 30 giugno per i contributi di imprese e partite Iva con fatturato o compensi fino a 50 milioni di euro e un calo di fatturato pari almeno al 33% nei mesi di marzo e aprile. Nel messaggio diffuso dall’Inps si specifica che la riduzione del fatturato rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta 2019 deve essere verificata distintamente per il mese di marzo e per il mese di aprile.

Quindi è prevista la possibilità di applicare la sospensione dei versamenti contributivi anche per un solo mese. Nel dettaglio, se per esempio a marzo i ricavi (o i compensi nel caso di un professionista) sono diminuiti del 20% e del 40% ad aprile, si applica la sospensione dal pagamento dei versamenti solo per aprile.

Tale  beneficio contributivo si può applicare anche a imprese e autonomi costituiti dopo il 31 marzo 2019, in questo caso non è richiesta la diminuzione di fatturato. Per artigiani e commercianti, invece, è stata annunciata una circolare di prossima pubblicazione. Stesso discorso anche per gli enti non commerciali, compresi quelli del terzo settore e quelli religiosi civilmente riconosciuti, arriveranno nuove istruzioni con un apposito messaggio.