Notizie su mercato immobiliare ed economia

Un mese in più per fruire del credito d’imposta sugli affitti

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Si allunga di un ulteriore mese la possibilità di beneficiare del credito d’imposta per gli affitti di immobili a uso non abitativo e locazioni d'azienda. Lo ha stabilito il decreto agosto.

La misura, quindi, interessa anche i canoni di locazione di giugno 2020. Inoltre, la proroga del credito d’imposta per gli affitti riguarda anche pr le imprese turistico-ricettive con attività stagionale, in questo caso il lasso di tempo per cui è si può fruire del bonus passa ugualmente da tre a quattro mensilità arrivando fino a luglio 2020.

In sostanza, prima delle modifiche del decreto agosto, la norma prevedeva un credito d'imposta al 60% (che scende al 30% in caso di affitto d'azienda) per i canoni di affitto corrisposti per le mensilità di marzo, aprile e maggio per la generalità delle imprese e professionisti e per quelle di aprile maggio e giugno invece per le attività stagionali. Nel primo caso adesso si arriva fino a giugno, nel secondo a luglio 2020.

Il bonus per il credito d’imposta spetta agli esercenti attività d'impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro dichiarati per il 2019. Inoltre, il credito d'imposta viene riconosciuto nel caso si dimostri un calo del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento di almeno il 50% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Il primo requisito prevede però due deroghe. Una riguarda l’estensione del credito d’imposta per gli affitti anche alle strutture termali, l’altra riguarda le imprese esercenti attività di commercio al dettaglio, per le quali non è previsto il “tetto ricavi” ma che hanno però una percentuale ridotta del credito d'imposta (20% invece del 60%).