Notizie su mercato immobiliare ed economia

L’offerta per la cessione del credito dell’ecobonus 110 per cento di Bnl

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Continuano le iniziative delle banche che propongono offerte per la cessione del credito derivante dall’ecobonus 110 per cento. Vediamo cosa prevede l’offerta ad hoc per il superbonus 110 di Bnl.

La proposta di Bnl per la cessione del credito dell’econonus 110 per cento è stata pensata proprio per coniugare le esigenze delle imprese edili specializzate, dei condomìni e dei proprietari di immobili per sostenere lavori di riqualificazione energetica e sismica per supportare l’economia, la sicurezza dei singoli e la sostenibilità ambientale.

Nella sua offerta di soluzioni legate al superbonus, Bnl vuole agire come facilitatore per il cliente intervenendo sia sugli aspetti economici per rendere l’operazione ancora più immediata e vantaggiosa per tutte le parti coinvolte, sia sugli impatti ambientali derivanti dalla riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano. La Banca è pronta ad acquisire il credito d’imposta dalle impreseclienti, anche supportandole nelle esigenze finanziarie all’avvio dei lavori, oltre che dai privati.

Dalla banca fanno anche sapere che, oltre al supporto finanziario per la cessione del credito d'imposta del superbonus, Bnl si avvale della partnership con Protos Spa per gli adempimenti tecnici e progettuali e di EY per le attività fiscali e amministrative e il visto di conformità.

Sempre l’istituto di credito, grazie alle sinergie con BNP Paribas Cardif e Cargeas, offre una polizza a protezione della casa e della famiglia (Polizza BNL Casa e Famiglia) a premio gratuito il primo anno ai privati che sceglieranno di cedere il credito d’imposta alla Banca nell’ambito del superbonus 110%.

Bnl specifica anche che, l’iniziativa per la cessione del credito di imposta dell’ecobonus 110 per cento è rivolta a privati (esclusi coloro che agiscono come titolari di attività d’impresa), condomìni, associazioni e società sportive dilettantistiche, Istituti Autonomi Case Popolari, cooperative di abitazione a proprietà indivisa, organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Per i privati, sono escluse le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Ovviamente, il progetto di efficientamento energetico dell’edificio, per essere coperto dall’ecobonus 110 per cento, deve garantire l’innalzamento minimo di 2 classi energetiche oppure, nei casi in cui non sia possibile, il conseguimento della classe energetica più elevata.