Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come funziona il rimborso dell’affitto per gli studenti fuori sede a seconda delle regioni

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Tra gli effetti collaterali della pandemia, uno dei principali è la didattica a distanza, che ha costretto molti studenti universitari fuori sede a fare ritorno alle loro case di origine. Alcune regioni, però, hanno previsto un rimborso dell’affitto pagato ma non goduto. Vediamo quali sono e come funziona.

Emilia Romagna

L’Emilia Romagna ha stanziato un fondo da 1,6 milioni di euro per il rimborso dell’affitto agli studenti fuori sede per i canoni di locazioni pagati da febbraio a dicembre 2020. Le domande vanno presentate entro il prossimo 15 aprile a Ergo, l'agenzia regionale per il diritto allo studio, che farà verifiche e controlli del caso. I requisiti necessari sono:

  • risultare iscritti nel periodo in questione a una delle università o Istituti di alta formazione nella regione;
  • avere firmato un regolare contratto di locazione;
  • risiedere in un Comune diverso da quello in cui si è preso in affitto un appartamento o una stanza (gli studenti stranieri possono usufruire dell'aiuto anche per l'alloggio nel Comune di residenza, ma solo se la loro famiglia risiede all'estero);
  • non aver usufruito di altre forme di sostegno con la medesima finalità; non superare un indicatore Isee per il diritto allo studio universitario di 15.000 euro.

Abruzzo

La Regione Abruzzo, invece, ha stanziato 420mila euro per il rimborso dell’affitto agli studenti fuori sede nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 luglio 2020. Per fare domanda è necessario che l’Isee per il diritto allo studio universitario 2021 non superi i 15mila euro. Bisogna dimostrare di essere studente universitario fuori sede iscritto all’anno accademico 2019/2020 e di avere un contratto di locazione regolarmente registrato all’Agenzia dell’entrate.

In ogni caso il rimborso per l’affitto agli studenti fuori sede non può superare i 1.500 euro e soprattutto “non è cumulabile con altre forme di sostegno di diritto allo studio, anche sotto forma di contributo economico/borsa di studio, in ogni caso corrisposte allo studente o al nucleo familiare di appartenenza”. Le domande possono essere presentate esclusivamente per via telematica con accesso digitale SPID ai seguenti indirizzi.

Piemonte

La Regione Piemonte ha stanziato oltre un milione e mezzo di euro per il rimborso dell’affitto agli studenti fuori sede nel periodo compreso tra febbraio 2020 e settembre 2020.

Il rimborso dell’affitto è riservato agli studenti fuori sede iscritti nell’anno accademico 2019-2020 ad Atenei Piemontesi, Scuole Superiori per Mediatori Linguistici, Istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica, che non hanno beneficiato per l’a.a. 2019-20 e/o 2020-21 di un contributo economico, della borsa di studio o di un altro sussidio per i servizi abitativi.

Sicilia

La Sicilia ha stabilito che il rimborso dell’affitto spetti agli studenti fuori sede in possesso di un contratto di locazione regolarmente registrato. Il contributo verrà riconosciuto per una durata massima di 10 mesi, per il periodo compreso dal primo febbraio 2020 al 31 dicembre 2020. La disponibilità finanziaria è di 1,4 milioni di euro per tutte le istanze che verranno presentate presso gli Ersu siciliani.

Puglia

Possono richiedere il rimborso dell’affitto gli studenti fuori sede iscritti per l’anno anno accademico 2019/2020 e/o 2020/2021 ad una delle Università o Istituzione AFAM pugliese e con un valore ISEE inferiore o uguale a 15.000 euro. Per richiedere il contributo alloggio, non cumulabile con altre forme di sussidi regionali per servizi abitativi studenteschi, è necessario presentare la domanda sul sito adisupuglia.it – Portale studenti, a partire dall’8 marzo e fino alle ore 12.00 del 23 aprile 2021.