Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus verde, cosa accade per i lavori in economia

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

E' possibile usufruire del bonus verde per i lavori effettuati in economia? Vediamo cosa ha precisato in merito l'Agenzia delle Entrate.

Secondo quanto sottolineato dall'Agenzia delle Entrate, il bonus verde non spetta per le spese sostenute per la manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti non connessa ad un intervento innovativo o modificativo nei termini sopra indicati e per i lavori in economia.

A ricordarlo Fisco Oggi, la rivista telematica della stessa Agenzia. In base a quanto evidenziato, "ammettendo che l'intervento rientri tra quelli ammessi al cosiddetto 'bonus verde', che esistano tutte le condizioni dettati dalla norma che ha introdotto l'agevolazione per poterne usufruire (articolo 1, commi da 12 a 15, della legge n. 205/2017) e che si rispettino gli adempimenti previsti, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che l'agevolazione non spetta per i lavori in economia. Tuttavia, questo non esclude che 'il contribuente possa rivolgersi a fornitori diversi per l'acquisto degli alberi/piante/arbusti/cespugli/specie vegetali e per la realizzazione dell’intervento' (circolare n. 19/2020). Per avere l'agevolazione, comunque, è fondamentale che l'intervento di riqualificazione dell'area verde sia complessivo e 'ricomprenda anche le prestazioni necessarie alla sua realizzazione'".

Si ricorda che il bonus verde è una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2020 e nel 2021 per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Il bonus verde deve essere ripartito in dieci quote annuali di pari importo e la detrazione deve essere calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).
 

Articolo visto su
Bonus verde (Fisco Oggi)