Notizie su mercato immobiliare ed economia

Compravendita della casa, la cessione della cucina arredata sconta l'Iva ordinaria

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Nella compravendita della casa la cessione della cucina arredata sconta l'Iva ordinaria, sia verso il cliente finale sia al passaggio dal produttore alla società immobiliare. A spiegarlo l'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 25/E.

Secondo quanto sottolineato, la cucina non è assimilabile ai beni immobili e ai beni finiti e la sua cessione non è accessoria all'operazione principale. Niente aliquota ridotta dell'Iva, dunque, per la compravendita della cucina.

L'Agenzia delle Entrate ha sottolineato che "la cessione di una cucina funzionante non può costituire un mezzo per fruire nelle migliori condizioni dell'operazione principale né per la sua realizzazione, ben potendo la cessione di una unità immobiliare concludersi a prescindere dalla fornitura di una cucina arredata. In altri termini, la cessione di una cucina funzionante non costituisce un elemento senza il quale l'operazione principale di vendita dell'unità immobiliare non sarebbe possibile. Per le ragioni sopra esposte, si ritiene che la cessione delle unità abitative di categoria catastale diversa da A1, A8 e A9, costituisca, ai fini Iva, una cessione di beni distinta da quella avente a oggetto la cucina".

La cessione di una cucina deve dunque essere considerata come un'operazione distinta dalla cessione dell'unità immobiliare ed essere assoggettata ad aliquota Iva ordinaria.