Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus mobili e acquisto di un immobile ristrutturato, i chiarimenti del Fisco

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Delucidazioni da parte del Fisco in merito al bonus mobili e all'acquisto di un immobile ristrutturato. Quando si può beneficiare della detrazione? Ecco quanto chiarito.

A Fisco Oggi, la rivista telematica dell'Agenzia delle Entrate, un contribuente ha domandato: "Ho acquistato da impresa di costruzione un immobile ristrutturato per il quale usufruirò del bonus 50%. In questo caso è possibile usufruire anche del bonus mobili per gli acquisti di mobili fatti dopo il rogito dell'immobile?".

Nel rispondere al quesito è stato innanzitutto ricordato che il bonus mobili ed elettrodomestici spetta ai contribuenti che hanno realizzato determinati interventi di recupero del patrimonio edilizio e usufruiscono della relativa detrazione. Il bonus mobili, quindi, spetta nel momento in cui viene realizzata una ristrutturazione edilizia.

Ma quali sono gli interventi che permettono di beneficiare del bonus mobili? Come spiegato, tra gli interventi che costituiscono presupposto per poter richiedere il bonus mobili "sono compresi quelli di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l'immobile".

Secondo quanto sottolineato, infatti, in queste situazioni "la detrazione del 50% per gli interventi edilizi (calcolata su un importo pari al 25% del prezzo dell'abitazione) spetta all'acquirente o assegnatario delle singole unità immobiliari. E allo stesso contribuente compete anche la detrazione per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare l'immobile ristrutturato". Via libera dunque alla detrazione del 50% per gli interventi edilizi e alla detrazione per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare l'immobile ristrutturato.

In conlusione, il Fisco ha ricordato che per poter ottenere il bonus mobili la data di inizio lavori deve precedere quella in cui si acquistano i mobili. Nel caso di acquisto dell'immobile da imprese, per data di inizio lavori si deve intendere quella di acquisto o di assegnazione.
 

Etichette
Bonus mobili