Notizie su mercato immobiliare ed economia

Superbonus 110, semplificazioni in arrivo con il nuovo decreto: tutte le novità

政徳 吉田 da Pixabay
政徳 吉田 da Pixabay
Autore: Redazione

Novità importanti in arrivo dal decreto Semplificazioni per il superbonus 110. Il parmamento, infatti, sta lavorando per snellire l’iter burocratico e facilitare l’avvio dei lavori. Vediamo cosa cambia.

Con le novità introdotte dal decreto Semplificazioni in tema di superbonus 110 basterà la Cila (comunicazione di inizio lavori) per avviare anche agli interventi strutturali per migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio.

Non solo, l’iter burocratico per beneficiare del superbonus 110 viene snellito dal decreto Semplificazioni anche perché alcuni interventi come l’installazione di caldaie o finestre, ad esempio, vengono considerati come edilizia libera se descritti semplicemente nella Cila (nella quale basterà indicare anche eventuali modifiche sopraggiunte in corso d’opera come integrazione).

Un’altra delicata questione era quella riguardante le violazioni che fanno perdere il diritto all’agevolazione. In merito, il decreto Semplificazioni sul superbonus 110 precisa: "Nel caso in cui le violazioni riscontrate nell’ambito dei controlli da parte delle autorità competenti siano rilevanti ai fini dell’erogazione degli incentivi, la decadenza dal beneficio si applica limitatamente al singolo intervento oggetto di irregolarità od omissione".

Altra importantissima novità del decreto Semplificazioni riguarda il superbonus 110 e le agevolazioni prima casa. Nel caso di acquisto di un immobile soggetto a interventi che danno diritto al superbonus, si hanno 30 mesi dalla stipula dell’atto di compravendita (e non 18) a disposizione per trasferire la residenza con un’imposta di registro ridotta del 2% (stesso discorso anche per il sismabonus).

Il decreto Semplificazioni, sul superbonus 110, dà il via libera anche all’installazione di pannelli solari nei centri storici. Mentre, per quanto riguarda il cappotto termico, che modifica larghezza e altezza degli edifici, sarà in deroga alla normativa sulle distanze minime con edifici di altre proprietà.