Notizie su mercato immobiliare ed economia

I comuni più ricchi d’Italia: Basiglio guida la classifica

Wikimedia commons
Wikimedia commons
Autore: Redazione

Quali sono i comuni più ricchi d’Italia e quali i più poveri? A renderlo noto la classifica dei redditi del nostro Paese elaborata dalla start up di studi economci Twig sulla base dei dati sugli imponibili fiscali pubblicati dal Dipartimento delle Finanze.

Se da una parte a Basiglio, alle porte di Milano, si registra il reddito pro capite più alto (in base a quanto dichiarato ai fine Irpef, nel 2014 è stato di 42.041 euro), dall’altra parte a Val Rezzo, in provincia di Como, l’imponibile medio dichiarato al fisco è di 5.417 euro. In quest’ultimo caso, però, è necessario considerare il gran numero di frontialieri che lavorano in Svizzera.

Considerando la parte alta della classifica, dopo Basiglio troviamo Badia Pavese, in provincia di Pavia, e Cusago, entrambe con oltre 36 mila euro. Spostandoci in coda alla classifica si trovano molti Municipi del Nord. Ma come Val Rezzo, anche Carvagna, in provincia di Como, è condizionata dalla vicinanza con il confine svizzero.

Ci sono poi i comuni piemontesi Cursolo-Orasso, Gurro e Falmenta. Al sesto posto si trovano le isole, con Bidoni, provincia di Oristano. All’ottavo posto c’è il Meridione, con Roseto Valfortore, in provincia di Foggia, dove si registrano circa 8.000 euro pro capite di imponibile.

Tra le città capoluogo di Regione, Milano batte Roma, che si colloca al terzo posto dopo Bologna. Al quarto Firenze, seguita da Bolzano, Cagliari, Trento, Torino, Venezia e Genova. Nel complesso, la Lombardia si piazza in testa alla classifica dei redditi (con 24.020 euro medi), mentre all’estremo opposto c’è la Calabria (con 14.510 euro pro capite). Il reddito imponibile medio dichiarato è pari a 20.320 euro.