Notizie su mercato immobiliare ed economia

7 cose che devi sapere prima di chiedere un mutuo

foto: morberg (flickr.com cc)
Autore: Redazione

Su idealista.it/news riceviamo numerose richieste di informazioni su quali siano i prestiti migliori in ogni provincia, o per sapere a quale banca conviene rivolgersi in questo momento di crisi del credito. Ma oltre a questi importanti elementi è bene ricordarsi che un mutuo è l'investimento finanziario più grande che molte persone fanno nella propria vita

Proprio per questo noi di idealista vi presentiamo i 7 fattori imprescindibili da considerare prima di chiedere un mutuo:

1. I prezzi delle case possono essere più bassi, ma i mutui sono più cari

I prezzi delle abitazioni stanno scendendo più o meno lentamente in tutta Italia, un fattore che potrebbe agevolarne l'acquisto. Tuttavia, allo stesso tempo, i costi applicati dalle banche sui prestiti sono cresciuti in modo esponenziale. Quando facciamo i nostri calcoli, quindi, è necessario conoscere il costo finale di un immobile, condizionato sia dalle spese (notaio, tasse, ecc) ma anche dagli interessi che pagheremo sul mutuo

2. I tassi di interesse sono al minimo storico, quindi la rata aumenterà in futuro

Occhio alla rata. Per chi sceglie il variabile in questo momento l'euribor è come una sirena di ulisse. È così basso da far sembrare conveniente quest'opzione, ma attenti, non sarà sempre così: ricordate che nel 2008 l'indice euribor superò il 5% (ora è allo 0,3%) e i cambiamenti sull'importo da pagare possono essere enormi. Il cap è una buona soluzione, ma costa

3. Più lungo è il periodo di restituzione, più interessi si pagano

Ogni mutuo ha un piano d'ammortamento, che si divide in quota capitale e quota interessi. Chi sceglie di spalmare su un tempo più lungo la restituzione del prestito va incontro necessariamente all'aumento della quota interessi

4. Il tuo stipendio attuale non sarà sempre lo stesso

Nel migliore dei casi sarà più alto, ma purtroppo la crisi economica ci mette di fronte ad alcune tristi evidenze: in modo diretto o indiretto, attraverso l'aumento dell'iva e delle tasse, per esempio, il nostro salario può diminuire. È meglio prevedere cosa fare in casi come questi o anche più gravi, come la perdita del lavoro o la cassa integrazione

5. Quanti soldi conviene tenere da parte per un imprevisto?

Quando si compra casa le spese sono tante e se tra notaio, mobili, trasloco e ristrutturazione ci troviamo a zero, meglio essere prudenti in partenza e calcolare dei risparmi minimi senza i quali non conviene lanciarsi in un mutuo. Risparmiare prima rende più tranquillo il dopo

6. L'appoggio familiare ha un costo e dei rischi

Sebbene la famiglia in Italia svolga un ruolo di appoggio e aiuto decisamente alti, conviene ricordare che l'intervento economico dei genitori come copertura per l'acquisto di una casa ha le sue conseguenze. Le liti familiari che si possono creare sono all'ordine del giorno e generano più spese di quanto ci si aspetti, tra avvocati e stress

Inoltre far esporre i propri genitori, che si avvicinano ad un età in cui è importante avere dei risparmi solidi, come garanti di un'ipoteca sul mutuo, può mettere in pericolo la loro serenità o anche la loro casa, generando problemi enormi. Prima di coinvolgere la famiglia è meglio fare di tutto per avere un capitale iniziale e poter affrontare l'acquisto di una casa in modo autonomo

7. Risparmio prima o uso il mutuo come forma di risparmio?

Evidentemente, dopo tutto quello che abbiamo detto fin'ora, il consiglio è di risparmiare prima. Sappiamo però che molti italiani non riescono a risparmiare perché i canoni di affitto sono troppo alti e diventa quindi impossibile farlo. È comunque vero che non tutti viviamo a Roma o Milano e che in questo momento essere dei buoni inquilini aiuta a negoziare un canone migliore

Fermo restando che ogni persona è un caso a sé, il consiglio finale è quello di fare il possibile per accumulare un capitale iniziale e nel frattempo fare in modo di essere dei buoni inquilini, ponderando bene il momento dell'acquisto, tanto più che attualmente l'offerta è amplia e c'è il tempo per pensarci

Articolo visto su
(idealista.com/news)