Notizie su mercato immobiliare ed economia

Abi, i tassi sui mutui toccano il minimo storico dell’1,89%

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

A febbraio 2018 il tasso medio sulle nuove operazioni per l’acquisto di abitazioni ha toccato il minimo storico risultando pari a 1,89%. Lo ha reso noto l’Abi (Associazione bancaria italiana).

Come evidenziato, in base agli ultimi dati, i finanziamenti per la casa costano 1,89% (1,92% a gennaio 2018, 5,72% a fine 2007). Sul totale delle nuove erogazioni di mutui, inoltre, circa i due terzi sono mutui a tasso fisso.

Sul fronte dell’erogazione dei prestiti, nel complesso, a febbraio 2018 l’ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.777,2 miliardi di euro, è superiore di quasi 70 miliardi all’ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.707,3 miliardi di euro. I prestiti a famiglie e imprese sono in crescita su base annua di +1,9%, proseguendo la positiva dinamica complessiva del totale dei prestiti in essere.

Sulla base degli ultimi dati ufficiali, relativi a gennaio 2018, si conferma la crescita del mercato dei mutui. L’ammontare totale dei mutui in essere delle famiglie registra una variazione positiva di +3,2% rispetto a gennaio 2017 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento).

Le sofferenze nette (cioè al netto delle svalutazioni e accantonamenti già effettuati dalle banche con proprie risorse) a gennaio 2018 si sono attestate a 59,3 miliardi di euro; un valore in diminuzione rispetto ai 64,1 miliardi del mese precedente e in forte calo, meno 27,5 miliardi, rispetto al dato di dicembre 2016 (86,8 miliardi). In 13 mesi si sono quindi ridotte di oltre il 30%. Rispetto al livello massimo delle sofferenze nette raggiunto a novembre 2015 (88,8 miliardi), la riduzione è di quasi 30 miliardi, cioè di un terzo.