Notizie su mercato immobiliare ed economia

I migliori mutui a tasso variabile di gennaio 2019

Autore: Redazione

Dopo aver parlato dei migliori mutui a tasso fisso di gennaio 2019, vediamo quali sono le migliori offerte per i finanziamenti a tasso variabile.

Prima di accendere un mutuo a tasso variabile bisogna considerare che si tratta di finanziamenti che dipendono da un parametro di riferimento, l'Euribor, a cui si dovrà aggiungere lo spread applicato dalla banca. Il valore da considerare è il Taeg, Tasso Annuo Effettivo Globale, che indica il costo del finanziamento già completo di spese accessorie, di perizia e di istruttoria, previste per la sottoscrizione del mutuo. Vediamo quali sono le migliori offerte oggi presenti sul mercato:

  • Hello! Home Variabile di Hello Bank! del Gruppo BNP Paribas - prevede un tasso variabile dello 0,84% e Taeg 0,94%. Spese iniziali di istruttoria di 400 euro e perizia di 300 euro. E' riservato ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, lavoratori autonomi e liberi professionisti che alla fine del mutuo non dovranno avere più 80 anni di età.
  • Mutuo Arancio di Ing Direct - non prevede spese di incasso delle rate, di invio di comunicazioni al cliente e l'assicurazione dell'immobile. Permette di finanziare fino all'80%  del valore totale dell’immobile che si vuole acquistare. Pagamento di 500 euro di istruttoria, 250 euro di pratica e 500 di spese iniziali. Addebitando le rate di Mutuo arancio su Conto Corrente Arancio, dalla terza mensilità si può avere una riduzione sullo spread di 0,30%.
  • Carige Mutuo Migliorcasa Variabile - importo minimo finanziabile di 50mila euro, un tasso dello 0,55% e un taeg dell'1,10%