Notizie su mercato immobiliare ed economia

Surrogare il mutuo, ecco perché conviene ancora

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Surrogare un mutuo conviene ancora, anche in era covid. Nonostante due anni fa i tassi fossero già a livelli tali da far presagire prossimi rialzi, in realtà non è stato così e la surroga del finanziamento per acquistare casa è rimasta una buona soluzione per ottenere nuovi risparmi. L’analisi di MutuiOnline.it.

Se nel 2019 la surroga media si attestava sui 124 mila euro, segnala il portale, nel 2020 tale cifra arriva a 141 mila euro. Nel 2020 la percentuale di mutui surrogati era la metà del totale, contro il 30% del 2010. E il trend pare non accennare a rallentare: nel mese di marzo, secondo MutuiOnline.it, il tasso medio praticato dalle banche su mutui ventennali è passato da 0,74% a 0,88% mentre sui mutui trentennali si è passati da 1,02% a 1,26%, con un rialzo medio tra i 15 e i 20 centesimi di punto, quindi ancora estremamente convenienti.

Surrogare un mutuo è sempre conveniente innanzitutto perché sempre gratuito ed esercitabile più volte. Anche l’onere delle pratiche è a carico della nuova banca, mentre la vecchia è obbligata a concedere la surroga, per non dover versare penali. Di fatti, quindi, al mutuatario resta il solo compito di individuare la migliore offerta bancaria e di ottenere lìok della banca prescelta.