Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutuo casa, le città in cui conviene di più rispetto a dieci anni fa

Autore: Redazione

Quanto costa un mutuo oggi rispetto a dieci anni fa? E in quale città troviamo i mutui casa più convenienti? Tecnocasa ha confrontato le offerte ipotizzando l’acquisto di un trilocale di 90 mq.

Tecnocasa ha simulato una richiesta di mutuo di 25 anni, con un loan to value dell’80%, con il costo totale incluso di interessi corrisposti alla banca. Secondo quanto rilevato, la città dove, attualmente, l’abitazione costa decisamente meno rispetto a 10 anni fa è Genova dove c’è un risparmio del 63%. Si tratta anche della città i cui immobili hanno perso di più negli ultimi anni in termini di prezzi: -55,9 per cento. Attualmente, per acquistare un’abitazione di 90 mq, si deve mettere in conto una rata di 282 euro al mese.

Il capoluogo lombardo è la città dove si risparmia meno: infatti, a Milano, i prezzi negli ultimi 10 anni sono in crescita, unica realtà in controtendenza. Per questo motivo l’abbattimento della rata è dovuto esclusivamente alla diminuzione dei tassi di interesse: si passa, infatti, da un esborso mensile di 1280 euro al mese ad uno di 1045 euro al mese con un risparmio sul costo effettivo dell’immobile pari al 15%.

Un risparmio effettivo si nota anche a Roma, dove si spende il 45% in meno nel 2020 rispetto al 2010 (pari a 234. 525 euro. I prezzi medi sono notevolmente scesi, dai circa 385 mila euro del 2010 ai 255,6 mila del 2020, ma anche i tassi di interesse si sono più che dimezzati scendendo dal 3,15% all’1,19% in dieci anni. la rata del mutuo cala così da circa 1500 euro al mese a 788 euro.

Un risparmio della metà per le case a Bari. Se mediamente costavano 230,5 mila euro nel 2010, oggi costano 138,8 mila (sempre relativamente alla tipologia di riferimento); con un tasso di interesse, come detto, del’1,19% ciò determina un risparmio del 50% per un controvalore di 156,6 mila euro sul mutuo.

Firenze, nonostante la crisi immobiliare che la affligge dallo scoppio della pandemia, non ha tuttavia registrato forti cali nei prezzi, che restano più o meno al livello di dieci anni fa, perdendo solo 40 mila euro (a 282 mila euro circa per le tipologie medie da 90 metri quadri). Il risparmio sulla rata del mutuo è quindi “solo” del 29%, pari ad un totale di 111,5 mila euro per una rata di 747 euro mensili (erano 1091 nel 2010).

Napoli vede un risparmio di oltre 202 mila euro sulla tipologia di mutuo considerata, pari al 46% rispetto a dieci anni fa. I prezzi sono notevolmente scesi, da 322 a 209 mila euro circa, mentre la rata si è ridotta da 1243 a 645 euro.