Notizie su mercato immobiliare ed economia

I mutui per giovani under 36 spingono il mercato, ecco le migliori offerte

I dati dell'ultimo Osservatorio MutuiOnline.it

Autore: Redazione

Giovani protagonisti e surroghe in calo: questa la sintesi dell’ultimo osservatorio MutuiOnline.it sul mercato dei mutui in Italia. I mutui per i giovani destinati all’acquisto della prima casa, lanciati dal Decreto Sostegni bis, costituiscono il vero traino della domanda insieme ai tassi di interesse ancora convenienti, che fanno crescere le nuove richieste di mutuo rendendo meno importante l’incidenza della quota dei surroghe sul totale.

MutuiOnline.it
MutuiOnline.it

Mutui per i giovani under 36, driver di mercato

Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio, queste le principali evidenze:

Prima casa: crescono i mutui prima casa nel terzo trimestre 2021 (rispetto al secondo trimestre 2021) del 13,7% sul mix totale, una crescita esponenziale che aumenta mese dopo mese. A incidere fortemente sui dati ci sono le agevolazioni per gli under 36 previste dal Decreto Sostegni bis e dedicate ai mutui acquisto prima casa.

Durata: crescono le lunghe durate sotto la spinta dei mutui giovani e dei tassi che hanno ripreso la discesa. Aumentano le richieste di mutuo con durata superiore ai 25 anni che passano dal 33,8% del secondo trimestre 2021 al 39,6% del trimestre corrente. L’allungarsi degli ammortamenti è evidente anche nei mutui richiesti dai giovani: quelli con durata superiore ai 25 anni passano dal 54,9% del secondo trimestre 2021 al 61,5% del trimestre corrente.

LTV: gli italiani versano sempre meno anticipo visti i tassi particolarmente convenienti. Cresce il loan-to-value sopra l’80%, che passa da 20,6% del totale richieste (secondo trimestre 2021) al 31,3% del terzo trimestre 2021. I mutui under 36 impattano fortemente anche sulla percentuale finanziata, a favore dei mutui con LTV oltre l’80%: più di 1 mutuo su 2 richiesto da under 36 ha un LTV sopra l’80%.

Importo medio erogato: aumento dell’importo medio erogato rispetto al trimestre precedente (+2,9%), che passa da 141.046 € a 145.079 €. Ancora più evidente se paragonato al dato pre-covid (primo trimestre 2020) in cui era 138.149 €.

Età media: passata da 41 anni l’anno scorso a 40 anni e 4 mesi quest’anno, parallelamente ad un aumento della durata media da 21 anni e 10 mesi nel 2020 a 23 anni nel 2021. Questo è sicuramente un effetto del Decreto Sostegni bis riguardo alla nuova normativa sui mutui giovani. Le richieste per la fascia d’età favorita dai mutui giovani passano dal 33,9% del totale nel secondo trimestre 2021 al 42,5% del terzo trimestre 2021 (+25,4%).

Geografia: sembra che i giovani del centro Sud (e Isole) siano più reattivi di quelli del nord nell’usufruire delle agevolazioni fiscali volute dal governo. Questo è confermato dai dati: infatti le richieste riferite a Sud, Centro e Isole passano dal 50,5% del trimestre precedente al 54,9% del trimestre corrente.

Tassi in calo, i nuovi mutui prevalgono sulle surroghe

Si nota inoltre come le richieste di surroghe siano in continuo calo e abbiano, ovviamente, una durata media inferiore ai mutui acquisto (20 anni contro circa 24 anni), un importo medio richiesto minore (137.768 € dei mutui acquisto vs 125.106 € delle surroghe) e un loan-to-value medio ancora più basso (58% vs 74%).

I tassi di interesse sono infatti in ridiscesa dopo un inizio anno in aumento favorendo l’aumento della quota di nuovi contratti. Nei mesi estivi è ricominciato il calo dell’Eurirs dopo una prima metà dell’anno caratterizzata da un aumento del tasso fisso. Questo ha ripercussioni notevoli sui tassi confrontati su MutuiOnline.it: nell’ultima rilevazione di agosto il Tan Fisso (media 20, 30 anni) scende all’1,04%, raggiungendo il valore più basso degli ultimi 7 mesi.

Le migliori offerte di mutuo delle banche

Di seguito le migliori offerte di mutui a tasso fisso e variabile secondo MutuiOnline.it:

MutuiOnline.it
MutuiOnline.it