Notizie su mercato immobiliare ed economia

La differenza fra compenso provvigionale e consulenza immobiliare

Domanda di: 
Consulenza legale
Best reply:

Il compenso quale mediazione è dovuto all'agente immobiliare (quindi regolarmente iscritto all'apposita sezione della camera di commercio) se l'agente ha "mediato" un acquisto o una locazione - quindi se ha messo in contatto le parti e si è attivato e impegnato affinchè dette parti trovino un accordo atto a produrre una compravendita o un contratto di locazione - in caso di compravendita il relativo importo provvigionale verrà indicato nel rogito notarile -
Se la fattura è intestata ad una società "sconta" la ritenuta del 23% sul 50% dell'imponibile -

La consulenza immobiliare viene fornita - ad es. - Nel momento in cui un cliente chiede di essere "seguito" durante una compravendita che avviene però direttamente tra le parti- oppure quando un cliente chiede una valutazione di un immobile - o quando un cliente chiede una consulenza pubblicitaria etc etc -
In questo caso la fattura se intestata a società non "sconta" nessun tipo di ritenuta d'acconto!

Non è assolutamente vero che l'agente immobiliare non ha conoscenze di diritto e tecnica solo una persona superficiale e che non conoscendo la materia ne parla ugualmente puo' fare una simile affermazione !

Jolanda.

6 6
Vote up!
Vote down!
20 Risposte:

Dal punto ti vista fiscale, le fatture emesse alle socientà per provvigione prevedono la ritenuta d'acconto mentre le fatture per consulenza non hanno mai la ritenuta d'acconto.
Dal punto di vista legale non è possibile emettere una fattura di consulenza per la mediazione mentre è ammessa per altri servizi (ad. Esempio per una stima a pagamento)

Esperto garantito da idealista
0 0
Vote up!
Vote down!

Ho provato a risponderti, perchè non condivo la risposta di Gianluca a.i.
Ti consiglio di informrti dal tuo commerciliasta.

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche io penso che nella risposta di Gianluca ci siano cose non chiare.
La ritenuta di acconto è legata allo status del fruitore del servizio : con partita iva e no.
La partita iva non la hanno solo le società ma anche le ditte inviduali e gli autonomi in generale.
E proprio le consulenze a soggetti iva hanno la titenuta di acconto.
Non capisco a cosa si riferisca stò Gianluca.

0 0
Vote up!
Vote down!

Confermo l'errore.
La ritenuta d'acconto è presente ogni qualvolta si fattura ad una partita iva.
Quando la fattura è per provvigione è presente una ritenuta d'acconto dell'11,5% (23% sul 50%)
Quando la fattura è per consulenza la ritenuta d'acconto è del 20%

Nella fatturazione verso soggetti non possessori di partita IVA non è presente la ritenuta d'acconto.

Esperto garantito da idealista
1 1
Vote up!
Vote down!

Ristabilita la verità.

0 0
Vote up!
Vote down!

Buongiorno Gianluca, posso anche chiedere un compenso come Consulente Immobiliare, facendo tutto ciò che fà un'agente, tranne la vera e propria intermediazione, che in sostanza si traduce nel non poter prendere soldi per la proposta d'acquisto dall'acquirente?

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi fa piacere che alla fine Gianluca ha ammesso il suo errore.
Speriamo in futuro vada meglio.

0 0
Vote up!
Vote down!

La differenza sostanziale tra una consulenza e una provvigione consiste nel fatto che, in fase di stipula di rogito notarile, l'Agente immobiliare che ha emesso la fattura deve essere menzionato nell'atto di compravendita.
In caso di semplice consulenza no.

D'Onofrio

Esperto garantito da idealista
0 0
Vote up!
Vote down!

Non è per caso che la differenza sostanziale sia nel servizio offerto al cliente?!?! L'essere menzionati nell'atto di compravendita è conseguenziale al servizio offerto al cliente (appunto mediazione) e pertanto, per legge vigente si dichiara nel rogito. Gli ulteriori servizi offerti alla nostra clientela (tra i quali la consulenza) sono soggetti a normale fatturazione (con o senza ritenuta a seconda dei casi).

0 0
Vote up!
Vote down!

X 11:51

A me sembra che l'unico scopo di citare l'agete immobiliare nell'atto di comprevanedita sia evitare che l'agente prenda la mediazione a nero : quindi un controlllo sull'agente. Altro che consulenza del nulla.

0 0
Vote up!
Vote down!

Il fatto che si menzioni in atto notarile è di sicuro per evitare che l'agente immobiliare (lo sono anch'io) eviti di incassare la somma in nero... e che il compratore/venditore eviti di pagare l'iva... questo è certo! Semplicemente rispondevo alla d'onofrio per farle comprendere che se si parla di differenza "sostanziale"... di sicuro non è quella che prevede o meno l'iscrizione nel rogito ma il servizio offerto (appunto provvigione per mediazione o compenso per consulenza professionale... sono due cose ben diverse)

0 0
Vote up!
Vote down!

A 16:32

Concordo in pieno lo scopo anti evasione della menzione in rogito della fattura di mediazione.

Un eventuale ed improbabile consulenza non è da citare in rogito : questa è la lettera della norma.
Una fattura di consulenza di un geometra o di un legale non viene citata in rogito.

0 0
Vote up!
Vote down!

Io penso invece che la vera diffrenza sta nel fatto che la pprestazione di consulenza è provvigione è bilaterale, in quanto è dovuta sia dal venditore che dall'acquirente.
Mi risolta che la ritenuta di acconto non sia dovuta solo se il cliente non ha partita iva.
Ciao

0 0
Vote up!
Vote down!

Tutto dipende dal contenuto della prestazione dell'agente : una semplice valutazione dell'immobile è una consulenza, l'inermediazione non è consulenza.
Poi non vedo quale altra consulenza possa dare un agente immobiliare, che di diritto e tecnica ne conosce poco e non ha il titolo abilitante.

L'escamotage delle consulenze viene usato dagli agenti abusivi, non iscritti al REA.

Se io vedessi una fattura di consulenza immobiliare superiore al poche centinaia di euro, penserei subito male : o nero od abusivismo.

La questione della titenuta di acconto è stata chiarita dopo l'errore dell'esperto accraditato di idealista, che ha dovuto ritrattare la sua improvvida affermazione.

Fare consulenza sui forum richiede doti di equilibrio e preparazione non alla portata di tutti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Un pò acido nella forma, nella sostanza ti quoto.
:)

Le ca22ate lasciamole ai ca22ari ! se una persona chiede consiglio qui, nel dubbio non rispondiamo ...

0 0
Vote up!
Vote down!

Ad anonimo 22 luglio 16:22

Grazie per il :) : mi gratifica molto.

La mia forma è spesso acida od asciutta, ma sui forum si viene spesso insultati e, quindi, sono acido perchè già mi aspetto di leggere critiche puerili.

Condivido il tuo invito : nel dubbio non si deve rispondere. Bisogna avere rispetto per chi pone un quesito. Ma tanti cercano la ribalta "a costo zero" : pubblicità per le loro agenzie immobiliari, a spese della buona fede dei lettori.

Ciao, grazie ancora, e buona estate.

0 0
Vote up!
Vote down!

..Aggiorno la mia precedente...
Io penso invece che la vera diffrenza sta nel fatto che la prestazione di consulenza è unilaterale ed è dovuta solo da una parte, mentre la provvigione è bilaterale, in quanto è dovuta sia dal venditore che dall'acquirente.
Mi risulta che la ritenuta di acconto non sia dovuta solo se il cliente non ha partita iva.
Ciao

0 0
Vote up!
Vote down!

Il compenso quale mediazione è dovuto all'agente immobiliare (quindi regolarmente iscritto all'apposita sezione della camera di commercio) se l'agente ha "mediato" un acquisto o una locazione - quindi se ha messo in contatto le parti e si è attivato e impegnato affinchè dette parti trovino un accordo atto a produrre una compravendita o un contratto di locazione - in caso di compravendita il relativo importo provvigionale verrà indicato nel rogito notarile -
Se la fattura è intestata ad una società "sconta" la ritenuta del 23% sul 50% dell'imponibile -

La consulenza immobiliare viene fornita - ad es. - Nel momento in cui un cliente chiede di essere "seguito" durante una compravendita che avviene però direttamente tra le parti- oppure quando un cliente chiede una valutazione di un immobile - o quando un cliente chiede una consulenza pubblicitaria etc etc -
In questo caso la fattura se intestata a società non "sconta" nessun tipo di ritenuta d'acconto!

Non è assolutamente vero che l'agente immobiliare non ha conoscenze di diritto e tecnica solo una persona superficiale e che non conoscendo la materia ne parla ugualmente puo' fare una simile affermazione !

Jolanda.

6 6
Vote up!
Vote down!
  •  
  •  

per commentare devi effettuare il login con il tuo account