Notizie su mercato immobiliare ed economia

Affitti negozi, Confedilizia: “Il Fisco preleva oltre il 78%. Giusto cedolare secca”

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’eccesso della tassazione sui negozi in locazione rappresenta una vera e propria mannaia. Il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ha fatto sapere che per un immobile non abitativo medio, a Roma, il prelievo fiscale, articolato su sette imposte, supera il 78% dell’affitto e ha auspicato per questa tipologia di immobili l’estensione della cedolare secca.

L’allarme è partito da Confcommercio e Unioncamere-SiCamera: i centri storici delle città di medie dimensioni sono a rischio desertificazione per quanto riguarda la presenza di negozi tradizionali. Dal 2008 meno 3.240. In questo quadro, l’aumento degli affitti è considerata una delle principali cause per la chiusura.

A tal proposito, il presidente di Confedilizia ha spiegato: “L’allarme di Confcommercio coglie nel segno, così come la ricetta proposta, che è quella di estendere agli immobili non abitativi la cedolare secca sugli affitti”.

Aggiungendo: “Il fatto che gli operatori del commercio individuino nell’eccesso di tassazione sugli immobili locati la causa della crisi, è illuminante della gravità della situazione. Attendiamo dal governo un segnale di risposta. La cedolare secca su negozi e uffici affittati sarebbe la mossa giusta per far sì che il 2016 sia, come evocato dal presidente Renzi, l’anno del rilancio dell’immobiliare”.

Articolo visto su
Sui negozi il fisco preleva oltre il 78% (Il sole 24 ore)