Notizie su mercato immobiliare ed economia

In Gran Bretagna calano gli affitti per la prima volta dal 2010

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Gli effetti della Brexit sembrano colpire il mercato immobiliare della Gran Bretagna. Per la prima volta dal 2010, infatti, calano gli affitti della case nel Paese di Sua Maestà. A renderlo noto i dati aggiornati di febbraio diffusi dall’agenzia Countrywide. Ma secondo gli analisti le cause potrebbero essere anche altre.

Quanto emerso ha generato qualche inquietudine tra gli operatori del mercato immobiliare del regno, da tempo volano dell’economia nazionale, in modo particolare a Londra.

Secondo i dati dell’agenzia Countrywide, i canoni sono scesi dello 0,6% su base annua a livello nazionale, con una richiesta media ridimensionata a 921 sterline al mese in Inghilterra, Galles e Scozia. Ma nella capitale britannica la riduzione è stata nettamente più sensibile, pari al 5%, in discesa a una media di 1.246 sterline mensili.

Gli analisti ritengono che il fenomeno sia legato in effetti più che alla Brexit alla maggiore disponibilità di appartamenti e case soprattutto a Londra (in particolare in alcuni quartieri a sud del Tamigi), dove diversi investitori hanno comprato prima del previsto aumento dell’imposta di bollo. E hanno poi messo le nuove proprietà sul mercato delle locazioni.