Notizie su mercato immobiliare ed economia

New York, mai così male il mercato immobiliare dal 2009

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

I prezzi delle case a New York scendono nel terzo trimestre del 2019 addirittura del 12%. Si tratta del calo maggiore mai registrato dal 2009 a oggi nella Grande Mela.

Lo riporta il Financial Times commentando i dati di della società immobiliare Core, secondo la quale i prezzi medi a Manhattan sono scesi a 999.950 dollari, calando sotto il milione di dollari per la prima volta in quattro anni. Il calo è legato all'introduzione di una nuova tassa, che va a colpire soprattutto il mercato delle case di lusso e dalle attese che i prezzi sono destinati a scendere ulteriormente.

Come ha spiegato Il Sole 24 Ore, infatti, il segmento più in sofferenza è proprio quello dell’ultra-luxury di Manhattan. Su Billionaire Row, la linea dei grattacieli nei pressi della 57th street, all’estremità meridionale di Central Park, la torre One57 conta il 20% degli appartamenti invenduti, dato preoccupante visto che le vendite sono iniziate nel 2011.

Non solo, attualmente è invenduto circa il 40% delle unità disponibili su tutta Billionaire Row, complice anche il fatto che i prezzi hanno raggiunto picchi esorbitanti, addirittura 100mila dollari al mq in alcuni casi specifici. Tanto che, per vendere, i promotori stanno utilizzano formule creative, che prevedono viaggi esotici e il pagamento celle spese condominiali.

Basti pensare che, addirittura, dei 16.200 appartamenti nelle 682 nuove costruzioni realizzate dal 2013 ad oggi, la maggior parte di lusso, 4.100 sono invenduti secondo i dati StreetEasy.