Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il covid non ha frenato l’aumento dei prezzi delle case in Svizzera

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Secondo i dati di UBS, in Svizzera il prezzo degli immobili a uso residenziale è cresciuto nel corso del 2020 in più della metà della nazione. A Zurigo e Ginevra si sono registrati gli aumenti più considerevoli.

Più in generale i prezzi sono cresciuti nel 60% dei comuni rispetto a un anno fa, anche se gli aumenti in doppia cifra riguardano solamente 75 municipi, ovvero il 3,5% del totale. I balzi maggiori si sono registrati nelle principali città, su tutte Ginevra e Zurigo, ma anche a Berna, Basilea, Losanna e Zugo.

La domanda di seconde case in località di montagna ha inoltre messo in rilievo le performance rilevate nei Grigioni (a Laax/Flims e nell'Alta Engadina), in Vallese (Zermatt e Verbier), a Engelberg (OW) e ad Andermatt (UR). Fa eccezione il Ticino, dove i prezzi sono diminuiti secondo UBS.

Le case più care di tutta la Svizzera si trovano nei pressi del lago di Zurigo, a Zugo e a Lemano, si legge nel report della banca internazionale. Qui la media dei prezzi al metro quadro sono superiori ai 15.000 franchi. Tuttavia, con 19.800 franchi, il primo posto nella classifica delle località più costose per acquistare casa se lo aggiudica Gstaad, frazione del comune di Saanen, nell'Oberland bernese, che scalza dalla prima posizione del 2019 Kilchberg.

La parte centrale del Paese è la regione meno cara dove vivere in Svizzera in questo momento, sicuramente grazie anche ai vantaggi che in grado di offrire dal punto di vista fiscale, tangibili soprattutto per le famiglie ad alto reddito. In generale, i costi sono nettamente più elevati in Romandia che in Svizzera tedesca, in particolare a Ginevra, Losanna e Neuchâtel.