Notizie su mercato immobiliare ed economia

Questa casa prefabbricata completamente sostenibile ha una vista mozzafiato sul Mar Egeo

ALTKAT Architectural Photography
ALTKAT Architectural Photography
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

La Turchia è uno di quei Paesi che trabocca di storia e che è fondamentale conoscere per comprendere la nascita della civiltà occidentale. Situata a metà strada tra Oriente e Occidente, in cui popoli e culture molto diverse hanno convissuto o combattuto nel corso della storia. Dai greci agli ottomani, passando per i romani e gli inglesi. Tutti hanno lasciato il segno, in misura maggiore o minore.

Uno dei suoi punti più interessanti è la costa occidentale, bagnata dal Mar Egeo. In queste terre possiamo trovare alcuni siti del patrimonio mondiale dell'Unesco, incredibili musei archeologici, bellissime spiagge sabbiose e numerosi porti con opportunità per fare sport acquatici e gite in barca.

E' qui che Teke Architects, studio con sede a Genova, ma fondato dall'architetto turco Onur Teke, ha sviluppato un'interessante proposta. Si tratta dell'installazione di una fantastica casa prefabbricata affacciata su un'imponente scogliera, basata sul prototipo MU50 (Modular Unit 50), una struttura modulare i cui ombrelloni mobili creano un curioso effetto che è stato chiamato "komorebi"; parola che, in giapponese, si riferisce alle ombre naturali che vengono create dal passaggio della luce attraverso gli alberi e le loro foglie.

Senza dubbio, uno dei suoi punti di forza è la meravigliosa vista sull'Egeo di cui possono godere gli abitanti di questa casa. Ma anche le infinite soluzione che offre, grazie alla sua elevata adattabilità.

Una delle richieste dei clienti era quella di scommettere sulla sostenibilità, come base di un progetto che doveva includere la residenza principale, una casa per gli ospiti e una fabbrica di olio d'oliva. "Una pianta semplice e aperta consente l'illuminazione naturale e facilita la ventilazione trasversale. Le superfici trasparenti sono progettate per ricevere la massima luce diurna negli spazi interni, riducendo al minimo la necessità di illuminazione artificiale. Il tetto a due falde ospita pannelli fotovoltaici per la produzione di elettricità e pannelli solari per riscaldare l'acqua", spiegano.

I telai strutturali e il recinto definiscono la struttura del progetto, mentre il cuore interno è costituito da un modulo costruito separatamente con servizi e spazi per riporre quanto necessario. Qui si trovano il bagno e la cucina, oltre allo spazio necessario per riporre le cose. Il design permette di giocare con tutti questi elementi per adattarli alle proprie esigenze. Sia la struttura del telaio che il mobile e il modulo di servizio possono essere variati di numero per creare nuovi spazi in modo flessibile.

Gli spazi esterni, protetti in diversi momenti della giornata da tende in legno azionate manualmente, offrono una varietà di esperienze microclimatiche all'aperto generate dal cambiamento delle condizioni del sole e del vento mentre ci si sposta all'interno dell'unità.

Tutte le parti di MU50, a parte il rivestimento del tetto in rame, sono state prefabbricate in uno stabilimento in circa tre mesi. Per predisporre il sito su cui doveva essere collocata la struttura è stata necessaria una settimana di preparazione, dopodiché è stata eseguita l'installazione dei componenti prefabbricati, nonostante le difficoltà del terreno, in sole quattro settimane.

Il nome del prototipo si riferisce alla sua superficie dello spazio interno, di soli 50 m2. La casa offre comunque una sensazione di spaziosità, grazie soprattutto alle grandi. Una sensazione che viene ulteriormente rafforzata quando gli ombrelloni in legno vengono sollevati per far illuminare la casa dalla luce del sole e e permettere la vista del paesaggio mediterraneo.