Notizie su mercato immobiliare ed economia

L'incredibile trasformazione della Bourse de Commerce di Parigi

Cyrille Weiner|NeM/ Niney et Marca Architecte
Cyrille Weiner|NeM/ Niney et Marca Architecte
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

Lo storico edificio della Bourse de Commerce di Parigi è stato riaperto dopo un'importante ristrutturazione realizzata dall'architetto giapponese Tadao Ando. L'intervento ha avuto una durata di tre anni.

François Pinaull, uomo d'affari francese e fondatore del gruppo di lusso Kering, ha fatto iniziare i lavori in questo edificio del XVIII secolo con l'obiettivo di trasformarlo in uno spazio espositivo in cui mostrare la sua collezione composta da circa 5.000 opere d'arte.

Il progetto è stato commissionato al famoso architetto giapponese Tadao Ando che ha lavorato in collaborazione con l'agenzia NeM/Niney et Marca Architecte. La sfida era chiara: portare a compimento l'immensa sfida di trasformare questo luogo storico, ma senza compromettere il carattere eccezionale dell'antico edificio. 

"La scommessa del progetto di trasformazone della Borsa in museo sta nella realizzazione del percorso espositivo e nella creazione di uno strumento espositivo flessibile e adattabile, preparato per accogliere la molteplicità di supporti delle pratiche artistiche contemporanee", sottolinea NeM/Niney et Marca Architecte.
 

La Bourse de Commerce, con il suo nuovo layout, dispone di 10 spazi espositivi, un auditorium, uno studio sonoro e spazi di accoglienza. Al centro della riprogettazione, una grande struttura in calcestruzzo larga 29 metri e alta nove è stata inserita all'interno delle pareti della rotonda a cupola di vetro.

Al piano terra, la sala cilindrica in cemento ospita un ampio spazio espositivo che è collegato ai livelli superiore e inferiore da scale in cemento che ne avvolgono la forma. Le scale conducono alla parte superiore del muro di 30 piedi, dove i visitatori possono camminare lungo una passerella circolare per vedere meglio il soffitto di vetro, il murale del XIX secolo e gli interni originali.

Al di sotto dello spazio espositivo, le scale in cemento e il muro portante monolitico si estendono fino al piano interrato. La parete curva delinea la pianta dello spazio e forma un foyer in cemento attorno a un auditorium da 284 posti. Uno studio in stile scatola nera è stato aggiunto al bordo esterno del seminterrato.

Al terzo livello, la Borsa dispone di un ristorante con vista sulla città. I designer francesi Ronan ed Erwan Bouroullec sono stati incaricati di progettare i mobili per il nuovo edificio, incorporando il ferro battuto nel ristorante e posizionando panche di metallo sui pianerottoli e negli spazi aperti delle principali aree espositive.

Un edificio storico del XVIII secolo

Il meraviglioso edificio è stato costruito nel 1767. Situato nel cuore di Parigi, tra il Museo del Louvre e il Centro Pompidou, l'edificio ha assistito a grandi eventi storici importanti negli ultimi 250 anni.

Eretto come uno dei capolavori dell'Illuminismo, nei suoi primi anni di vita è stato deposito per il grano. Dopo aver subito un grave incendio, nel 1885 l'edificio è stato assegnato  alla Camera di Commercio e Industria di Parigi che lo ha trasformato in Borsa. Un tipo di istituzione che iniziato a guadagnare prestigio, soprattutto durante la Seconda Rivoluzione Industriale.

Un importante restauro nel 1886 per opera di Henri Blondel gli ha dato una nuova facciata esterna e colonne corinzie erette in tutto l'edificio. Un murale raffigurante il commercio tra i cinque continenti del mondo decora la parte inferiore della cupola.