Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mercato immobiliare Usa: si vende casa sempre più velocemente

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Nel mercato immobiliare americano il 2021 è l’anno dell’avanzata dei venditori in preda alla frenesia. Secondo l’ultimo report di RE/MAX, nonostante un calo annuo delle vendite, le case passano di mano in meno di un mese.

Stando a quanto rilevato, nel mese di maggio 2021 non si è registrata la tipica escalation nel mercato immobiliare Usa che solitamente contraddistingue questo periodo dell’anno: le vendite hanno segnato una diminuzione dello 0,2% rispetto ad aprile, i prezzi degli immobili residenziali sono rimasti insolitamente stabili nelle 53aree metropolitane analizzate.

Anche l’offerta immobiliare è calata del 7,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: tuttavia altre due metriche monitorate nel Report confermano l'incalzante avanzata di un mercato dei venditori in preda alla frenesia: l'andamento di vendita media mensile è sceso a 1,1 mesi rispetto agli 1,3 di aprile e ai 2,9 di maggio 2020 e le case sono passate di mano nel giro di soli 28 giorni, ben 18 in meno rispetto a maggio 2020. Entrambi costituiscono dati record nei 13 anni di storia del report.

“A maggio potrebbe essere apparso il primo timido segnale di un mercato più equilibrato, con prezzi finalmente stabilizzati dopo una lunga successione di forti rialzi. Allo stesso tempo, il rallentamento delle vendite è andato controcorrente rispetto alle tendenze tipiche di aprile-maggio, tanto che sono stati stabiliti livelli record in termini di contrazionedell'offerta e rapidità dei tempi di vendita”, spiega Nick Bailey, President, RE/MAX, LLC.

Con confronti anno su anno condizionati dall'effetto pandemia, l’analisi delle medie del bimestre aprile-maggio rilevate durante ilquinquennio 2015-2019 evidenzia quali fossero gli andamenti tipici del periodo preso in considerazione:

  • mentre le vendite immobiliari a maggio 2021 sono scese dello 0,2% rispetto al mese precedente, nel quinquennio 2015-2019 le vendite tra aprile e maggio aumentavano mediamente del 13,9%. Nel 2020 si è registrato un anomalo incremento del 53,4% rispetto al mese precedente, ovviamente condizionato dai lockdown;
  • a maggio 2021 il prezzo di vendita mediano si è stabilizzato sui 320.000 dollari registrati ad aprile, mentre solitamente, nel passaggio da aprile a maggio, si evidenziava un aumento del 3,2%. Il confronto anno su anno conferma l’aumento dei prezzi con un +17,0% rispetto a maggio 2020 (273.498 dollari);
  • sul fronte dell’offerta, il calo del 7,1% registrato quest'anno tra aprile emaggio è in controtendenza rispetto all’aumento dell'1,8% che ha contraddistinto gli anni passati; rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, l'offerta è scesa del 43,0%.

A questo proposito Bailey aggiunge: “Maggio è stato un mese vantaggioso per acquirenti e venditori: i compratori hanno ottenuto sconti sui prezzi; i venditori hanno approfittato di una minor concorrenza; entrambi hanno beneficiato di tempi più rapidi per la firma dei contratti. Si tratta comunque di un mercato ancora sbilanciato a favore dei venditori, ma si iniziano a vedere i primi segni di ritorno a un maggior equilibrio. In definitiva, le tendenze che stanno emergendo potrebberoavere risvolti positivi sia per gli acquirenti siaper i venditori”.