Notizie su mercato immobiliare ed economia

La prossima bolla immobiliare si sta gonfiando in francia?

una nuova bolla in francia?
Autore: Redazione

Né le cina, né il brasile. La prossima bolla immobiliare potrebbe gonfiarsi ed esplodere dall'altro lato delle alpi. In francia i prezzi crescono a ritmi vertiginosi e si profilano tutti i segnali che hanno accompagnato le pessime esperienzie degli usa, spagna e irlanda. Facciamo il punto della situazione

1. I tassi di interesse. In francia i mutui più diffusi sono quelli a tasso fisso. Dopo due anni di indici ai minimi (sebbene domani potrebbe arrivare la notizia di aumento da parte della bce), la media del tasso fisso è stata di 3 punti percentuali al di sotto di quella del 2008

2. I prezzi. Dopo alcune piccole discese registrate nel 208-2009, i prezzi sono tornati a crescere, e a buon ritmo. Nelle grandi città si sono registrati nel 2010 aumenti del 10% e a parigi del +16%, secondo i dati di century 21, diffusi dal giornale le figaro. The wall street journal parla addirittura di aumenti del 20% a parigi

3. Domanda e offerta. Lo squilibrio è evidente: a fronte di una domanda stimata attorno a 1 milione di abitazioni, l'offerta non è sufficiente

4. Eccesso di credito. A febbraio 2011 i mutui a tasso fisso sono cresciuti del 73% rispetto all'anno precedente. La stessa banca di francia ha avvisato gli istituti di credito a frenare la concessione di mutui. Secondo il governatore Christian noyer, questo boom dei mutui a un tasso storicamente molto basso, ha un effetto perverso sui prezzi delle case

5. Sgravi fiscali. Nel 2011 il governo ha avviato varie misure per favorire l'acquisto di una casa: sgravi fiscali del 15% per l'acquisto di una casa ecologica e del 25% per una di clase energetica a e b

Sul fronte di chi invece crede che non ci sarà nessun tracollo, lo stesso wall street journal, che sottolinea come l'importo medio dei mutui erogati non è sproporzionato rispetto ai redditi, dato che la banca francese è sempre molto conservatrice. La percentuale del mutuo sul valore della casa, inoltre, difficilmente supera il 60% e non si riscontrano segnali di mutui subprime

Vedi anche:

Parigi, l'affitto è una missione impossibile