Notizie su mercato immobiliare ed economia

Se i conti non tornano l'unica soluzione è condividere casa

Autore: Redazione

Contro il caro-casa esplode il fenomeno  della condivisione. In un anno sono più che quadruplicate le richieste di stanze in appartamenti in coabitazione secondo idealista.it. E con la crisi economica, l'alta disoccupazione e i lavori precari, il fenomeno si estende ormai fino ai 35 anni

L’indagine mostra anche una crescita dell’offerta di stanze pari al 85%, fino ai 4.844 immobili del campione analizzato, con un incremento delle ricerche del 327%. Un dato che testimonia il crescente interesse degli utenti per questa tipologia abitativa. “Da fenomeno tipicamente studentesco, negli anni la coabitazione è divenuta un trend tra gli under 35 – dice Vincenzo de Tommaso, responsabile ufficio studi di idealista.it -

La crisi picchia duro sulle nuove generazioni: lavori precari e mal retribuiti, mille euro al mese se va bene (vedi notizia), con poche aspettative di crescita. Così l’affitto in condivisione è divenuta l’unica strada da percorrere per un giovane che vuole lasciare la casa dei propri genitori”

Clicca qui per scoprire i prezzi delle stanze in 12 città italiane

Questo popolo di conviventi, secondo l’indagine di idealista.it estesa quest’anno a 12 città campione, ha un’età media 26 anni - Firenze il comune con la media più alta (27,7 anni) -, è prevalentemente di sesso femminile, generalmente non fuma, non possiede né ammette animali domestici e propende per il centro o i quartieri universitari delle città

Milano (-3,8%) e Roma (-8,4%) si confermano le città più care seppure in flessione rispetto allo scorso anno. Nel capoluogo meneghino la richiesta media per una stanza è di 442 euro/mese, fino ad un massimo di 800 euro nelle zone più ambite: navigli-bocconi, garibaldi-porta Venezia e il centro storico secondo le ricerche degli utenti rilevate in questi mesi sul portale.  Segue la capitale con  404 euro mensili, con punte di 700 per una singola nelle zone centrali

Affitti sopra la media dei 284 euro rilevata nelle 12 città campione, per Firenze (336 euro/mese), Bologna (307 euro/mese) e Torino (301 euro/mese). I prezzi di Pisa (285 euro/mese) sono pressoché allineati con la media nazionale, poco  più giù troviamo Napoli con 272 euro mensili, più distanti e abbordabili i canoni a Perugia (224 euro/mese), Bari (222 euro/mese), Catania (195 euro/mese) mentre è Palermo la città dove l’affitto di una camera "tutta per sé" costa meno: solo  179 euro al mese

Notizie correlate:

Mille euro al mese? magari

Articolo visto su
idealista.it/news