Notizie su mercato immobiliare ed economia

Contro l'inquilino moroso arriva l'affitto sicuro

Autore: Redazione

Molti proprietari di case sono restii ad affittare per timore che l'inquilino non paghi l'affitto. È una delle ragioni per cui esistono tante case sfitte, anche in zone con problemi abitativi e le ripercussioni negative sono per tutti, dato che a minore offerta i prezzi aumentano. Per questo sono sempre più numerose le formule per tutelare l'affitto

Assicurazioni. Diversi proprietari chiedono agli inquilini di stipulare un'assicurazione che copra il rimborso di 12 mensilità in caso di inadempienze nei pagamenti. Si tratta di formule che prevedono un premio variabile tra l'1,4% e il 2,5% del canone annuo. Se prendiamo come riferimento un canone di 500 al mese, la quota da pagare varia tra gli 84 e i 150 euro all'anno. L'inquilino che accetta questa formula offre delle garanzie per cui non è da escludere una richiesta di sconto sulla locazione. Molti proprietari sono infatti disponibili a percepire meno, ma a incassare sicuro

Compagnie assicurative, associazioni di proprietari e agenzie immobiliari offrono sempre di più formule di protezione. Vediamone alcune, di cui parla un reportage di casa plus 24

Confedilizia ha raggiunto un accordo con intesa sanpaolo, con un prodotto ad hoc, servizio garanzie affitto. Con una spesa di apertura di 20 euro e un premio di 1,4% all'anno, calcolato sull'importo annuale dell'affitto, si ottiene la copertura su 12 mesi d'affitto. La banca naturalmente valuta la capacità di reddito dell'inquilino per concederla

Solo affitti, il franchising immobiliare specializzato in locazioni, offre invece la formula affitto sicuro, che costa l'1,7% del canone annuale per il rimborso di 12 mesi e 60 euro di spese di istruttoria

Per quanti riguarda i criteri di reddito che vengono applicati, generalmente per ottenere la polizza il costo dell'affitto non deve superare il 30-40% dello stipendio. Ma proprio qui possono generarsi dei paradossi: il problema della morosità, che durante le crisi economiche si acquiscono, sono infatti legati a salari bassi di fronte ad affitti troppo alti

Bisogna quindi stare attenti a non far crescere troppo i costi finali dell'affitto. Insomma, se la garanzia diventa un macigno abbiamo solo peggiorato il problema. L'inquilino, in questo senso, potrebbe proporre al proprietario di dividere le spese. Allo stesso tempo l'assenza di sgravi fiscali per chi paga l'affitto sarebbero uno strumento molto utile per migliorare le condizioni di un mercato in cui domanda e offerta sono spesso reciprocamente diffidenti

Fideiussioni bancarie. Sono considerate la formula più sicura, ma hanno delle spese che variano da banca a banca e non tutti gli istituti di credito le concedono. La fideiussione per locazione ha la stessa durata, in termini di validità e porta il nome dello stesso beneficiario del contratto di locazione per cui viene richiesta. Se la banca la rilascia a tuo favore o a favore di altri per tuo conto allora significa che essa garantisce per un evento, come appunto il mancato pagamento dell'affitto. La banca la rilascia contro il pagamento di una commissione, in genere l'1% dell'importo. Il rischio viene valutato in base alla capacità reddituale o patrimoniale del locatario. In parole parole è difficile ottenerla senza un contratto a tempo indeterminato

Leggi anche: gli affitti non entrano nello spesometro, ma le compravendite sì

 

Articolo visto su
(Casa plus 24)