Notizie su mercato immobiliare ed economia

Villa di colonnata, il campo dei miracoli di pinocchio (video)

Autore: Redazione

Villa di Colonnata -o Villa Gerini - non è una dimora storica come tante altre. È proprio qui che si trova storicamente il campo dei miracoli di Pinocchio, il luogo dove l'ingenuo burattino perse i suoi zecchini d'oro. idealista news è andato a Sesto Fiorentino per scoprire i segreti di questa villa che tanto ispirò Collodi

Nel 1870 un giardiniere trovò nel parco di Villa Gerini delle monete d’oro che, nella fantasia popolare, presto da 10 diventarono 20, 50 e anche 1000. Da qui il nome di “campo dei miracoli”. Carlo Lorenzini, che con il fratello frequentava la villa, trasse ispirazione da questo fatto realmente accaduto per modellare il suo racconto più famoso

Villa di Colonnata è una dimora di 3000 m2, con circa 30 vani e grandi spazi, come un salone da 170 m2 e gli ambienti del seminterrato. La dimora si sviluppa su 2 livelli principali, le torri e le grandi cantine voltate e dispone di una cappella all’interno di discrete dimensioni

All'esterno, oltre al parco di Pinocchio c’è un laghetto con un isolotto caratterizzato da una grotta, la cui volta "dentata" ricorda la bocca del pesce cane che inghiottì pinocchio. Sopra questa grotta, al centro dell'isolotto, si trova oggi un rudere, che una volta rappresentava la casa della fata dai capelli turchini

Nella Villa di Colonnata si trovano affreschi settecenteschi di Giovan Francesco Bazzuoli, oltre a delle opere di Annibale Gatti, pittore fiorentino dell'ottocento. La grotta che si trova nel salone venne realizzata dallo stuccatore e scultore Carlo Marcellini, forse insieme all'architetto Antonio Ferri, con il quale aveva lavorato per il ninfeo del palazzo Corsini in Firenze

Gli esterni e probabilmente l'attuale sistemazione dell'atrio e della scalinata che porta al piano superiore sono opera dell'architetto Giuseppe Poggi, che già aveva lavorato per i gerini nel grande palazzo di via Ricasoli a Firenze

 

La villa era in vendita su idealista per 10,5 milioni di euro