Notizie su mercato immobiliare ed economia

Legge di stabilità 2014, tutte le novità per la casa

Autore: team

Dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale è entrato in vigore il dl stabilità. Il testo contiene importanti novità per tutto il comparto casa che riguardano, oltre alla tanta discussa iuc, anche la proroga del bonus energia e ristrutturazioni e le norme sugli stadi e le spiagge

- Bonus ristrutturazioni e mobili- la detrazione irpef del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia e sull'acquisto di mobili è prorogata per tutto il 2014. Nel 2015 la detrazione fiscale calerà al 40%, ma il tetto di spesa continuerà ad essere 96 mila euro. A partire dal 2016, invece, il bonus tornerà all’aliquota ordinaria del 36% e il tetto di spesa scenderà a 48 mila euro

- Bonus energia- anche la detrazione del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica è prorogata per tutto il 2014. Nel 2014 l'aliquota scenderà al 50% per poi tornare al 36% nel 2016. Per quanto riguarda i condomini, le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 saranno detraibili al 65%, mentre quelle effettuate fino al 30 giugno 2016 usufruiranno del bonus al 50%

- Messa in sicurezza antisismica degli edifici-  le prime case o gli edifici industriali che si trovano nelle zone sismiche 1 e 2 continueranno ad usufruire della detrazione del 65% fino al 31 dicembre 2014. Dal 1° Gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, l’agevolazione passerà invece al 50%

- Iuc (imposta unica comunale)- nasce ufficialmente la iuc formata da una parte patrimoniale (l'imu), dall'imposta sui servizi indivisibili (tasi) e l'imposta sui rifiuti (tari). Le prime case, ad eccezione di quelle di lusso accatastate nelle categorie a1, a8 e a9 non pagheranno l'imu, ma sì la tasi e la tari

- Mini-imu- entro il 24 gennaio, i prorietari di case i cui immobili si trovano nei comuni che hanno alzato l'aliquota sulla prima casa rispetto all'aliquota standard del 4 per mille dovranno pagare il 40% della differenza di gettito

- Stadi- un fondo di 45milioni di euro per la costruzione di nuovi stadi e la messa in sicurezza di quelli esistenti. Questo non darà diritto alla costruzione di nuovi complessi residenziali

Spiagge- i procedimenti giudiziari pendenti alla data del 30 settembre 2013 per il pagamento dei canoni e degli indennizzi per l'utilizzo dei beni demaniali marittimi e delle relative pertinenze possono essere risolti pagando in un'unica soluzione il 30% delle somme dovute oppure il 60% con un massimo di sei rate

8 per mille alle scuola- i contribuenti potranno decidere se destinare l'8 per mille alla ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento antisismico e efficientamento energetico degli edifici scolastici pubblici

 

Leggi altre notizie di: 
iuc
Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail