Notizie su mercato immobiliare ed economia

I giorni convulsi della politica italiana: accordo italicum, occupazione delle commissioni, impeachment a napolitano

Autore: Redazione

In soli due giorni, 29 e 30 gennaio, il clima sempre abbastanza surriscaldato della nostra vita politica è diventato rovente. Dopo l'annuncio di un accordo sulla legge elettorale, il dl imu-bankitalia ha portato all'occupazione delle commissioni da parte dei grillini, che hanno annunciato anche una denuncia per impeachment nei confronti del capo dello stato

Legge elettorale

Dopo una lunga trattativa cercando di piegare le resistenze interne al suo stesso partito renzi è riusciuto a trovare l'accordo con l'ex premier. Il nuovo sistema elettorale, battezzato italicum dallo stesso renzi, ha come base il sistema elettorale spagnolo

Sistema proporzionale. Il sistema sarà proporzionale, il numero dei seggi sarà assegnato in proporzione al numero di voti ricevuti, e il calcolo sarà fatto su base nazionale e non provinciale

- Soglia di sbarramento
- 4,5% per i partiti in coalizione (prima dell'accordo lo sbarramento era del 5%; 8% per i partiti non coalizzati; 12% per le coalizioni. Per le minoranze linguistiche lo sbarramento è del 20% dei voti validi nella circoscrizione dove si presenta

- Norma salva lega: i partiti che ottengono il 9% in almeno tre regioni rientrano comunque in parlamento

Se un partito fa parte della coalizione che ottiene il premio di maggioranza non supera la soglia di sbarramento, i suoi voti concorrono al raggiungimento del premio, ma sono esclusi dal riparto dei seggi, che sono redistribuiti agli altri partiti della coalizione

Circoscrizioni più piccole e liste bloccate. Invece delle 27 circoscrizioni attuali si passa a circoscrizioni di dimensioni minori. Si tratterà di circa 120 collegi, ognuno per circa 500mila abitanti, e in ognuno verranno presentate mini liste bloccate di 3, 4, 5 o 6 candidati

Trentino Alto Adige e valle d'Aosta. Queste due regioni sono escluse dal sistema proporzionale. Si voterà invece in collegi uninominali e se alla regione trentino-alto adige saranno assegnati più di 8 seggi questi verranno assegnati con il sistema proporzionale

Premio di maggioranza - il partito o la coalizione che otterrà almeno il 37% dei voti otterrà il premio di maggioranza. Il premio sarà massimo del 15%, il partito o la coalizione più votata arriverà quindi almeno al 52%, ma il premio di maggioranza non potrà portarlo oltre il 55%, ovvero 340 seggi su 617

Doppio turno - se nessun partito o coalizione arriva al 37% scatta un secondo turno elettorale per assegnare il premio di maggioranza. Sono ammessi al secondo turno i due partiti o coalizioni più votati al primo turno, e il vincente ottiene un premio di maggioranza tale da arrivare al 53% dei seggi

Occupazione commissioni

I deputati grillini hanno di fatto occupato l'aula della commissione giustizia convocata per il 30 gennaio, e anche la commissione affari costituzionali convocata per discutere la legge elettorale. Alla base delle proteste, i tafferugli scoppiati ieri dopo la decisione del presidente della camara Laura boldrini di mettere la "ghigliottina" sul decreto imu-bankitalia che doveva essere approvato entro il 29 gennaio pena la decadenza. La decisione ha dato il via ad una serie di tafferugli e vive proteste in aula

Impecheachment napolitano

Dopo giorni di vivide proteste (arrivate agli insulti), il capogruppo del movimento cinque stelle al senato Vincenzo maurizio santangelo ha annunciato di aver presentato la denuncia per la messa in stato d'accusa del presidente della repubblica italiana

A giustificare l'accusa ci sarebbe, secondo il movimento, il "mancato rinvio alle camere di leggi incostituzionali, abuso del potere di grazia, grave interferenza nei procedimenti giudiziari relativi alla trattativa stato-mafia"