Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dagli alloggi popolari alla verifica dei progetti, l'alfabeto del decreto casa

Autore: Redazione

Dopo aver incassato la fiducia, il piano casa ha avuto il via libera definitivo dalla camera. Dalle detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili, al taglio della cedolare secca fino al finanziamento dei fondi per l'affitto, tutte le misure contenute nel decreto

- Acquisto di mobili, detrazioni fiscali irpef: viene consentito di usufruire della detrazione per le spese sostenute per l'acquisto di mobili anche se queste spese superano quelle sostenute per i connessi lavori di ristrutturazione

- Alloggi sociali, detrazioni fiscali irpef per il conduttore: agevolazioni fiscali per il triennio 2014-2016 in favore dei conduttori di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale: 900 euro se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro, 450 euro se il reddito complessivo è compreso tra i 15.493,72 e i 30.987,41 euro

- Alloggi sociali, riscatto a termine: facoltà di inserire la clausola di riscatto dell'unità immobiliare e le relative condizioni economiche, nelle convenzioni che disciplinano le modalità di locazione degli alloggi sociali, alle condizioni previste nella norma. L'esercizio del diritto di riscatto dell'immobile è consentito: non prima di sette anni dall'inizio della locazione; da parte dei conduttori privi di altra abitazione di proprietà adeguata alle esigenze del nucleo familiare; divieto di rivendere l'immobile prima dello scadere dei 5 anni

- Agevolazioni ai comuni che acquisiscono in locazione immobili da privati: l'applicazione da parte dei comuni delle disposizioni di cui all'articolo 11, comma 3, della legge n. 431 del 1998 per contrastare l'emergenza abitativa, costituisce titolo di preferenza nell'assegnazione di contributi pubblici per qualsiasi tipo di edilizia economica e popolare

- Case popolari, nuove regole per la vendita: riscritte le regole per la vendita di case popolari proprietà degli istituti autonomi per le case popolari (iacp). Prevista l'emanazione di un decreto interministeriale, entro il 30 giugno 2014, che dovrà definire le nuove procedure di alienazione

- Cedolare secca per contratti a canone concordato, riduzione dell'aliquota: applicazione per il quadriennio 2014-2017 di un'aliquota ridotta al 10% per la cedolare secca per i contratti a canone concordato stipulati nei maggiori comuni italiani (e nei comuni confinanti), negli altri capoluoghi di provincia o nei comuni ad alta tensione abitativa. Il regime della cedolare secca viene esteso anche alle abitazioni locate a cooperative edilizie per la locazione o a enti senza scopo di lucro, purché sublocate a studenti universitari e date a disposizione dei comuni con rinuncia all'aggiornamento del canone di locazione o assegnazione. Consentita l'applicazione dell'aliquota ridotta al 10% della cedolare secca ai contratti di locazione stipulati nei comuni per i quali sia stato deliberato, negli ultimi cinque anni, lo stato di emergenza a seguito di eventi calamitosi

- Clausola di salvaguardia per le regioni a statuto speciale e le province autonome di Trento e di Bolzano

- Contributi in favore degli inquilini morosi incolpevoli: è previsto che i contributi siano erogati dai comuni in forme tali da assicurare la sanatoria della morosità

- Modifiche alla disciplina del fondo affitti

- Edilizia residenziale sociale: aumento dell'offerta di alloggi sociali in locazione, senza consumo di nuovo suolo rispetto agli strumenti urbanistici vigenti, favorendo il risparmio energetico e la promozione, da parte dei comuni, di politiche urbane mirate ad un processo integrato di rigenerazione delle aree urbanizzate e dei tessuti edilizi esistenti attraverso lo sviluppo dell'edilizia sociale. Creazione di quote di alloggi da destinare alla locazione temporanea dei residenti di immobili di edilizia residenziale pubblica in corso di ristrutturazione o a soggetti sottoposti a procedure di sfratto

- Expo 2015: disposizioni urgenti per prorogare al 2015 la disciplina relativa all'utilizzo dei proventi delle concessioni edilizie e delle sanzioni e per consentire alla società expo 2015 spa di derogare alla disciplina vigente sui contratti pubblici, con riguardo ai contratti di sponsorizzazione e alle concessioni di servizi

- Finanziamento fondi affitti e morosi incolpevoli: 325,92 milioni di euro di aumento agli stanziamenti di bilancio per il fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione e per il fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli

- Imposizione sui redditi dell'investitore: i redditi derivanti dalla locazione di alloggi sociali, di nuova costruzione o per i quali sono stati realizzati interventi di manutenzione straordinaria o di recupero su un fabbricato preesistente di un alloggio sociale, non concorrono alla formazione del reddito d'impresa ai fini delle imposte sui redditi né alla formazione del valore della produzione netta ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, nella misura del 40 per cento

- Imu su immobili posseduti da cittadini residenti all'estero: assoggettata dal 2015 al regime imu previsto per l'abitazione principale l'unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani pensionati non residenti nel territorio dello stato e iscritti all'anagrafe degli Italiani residenti all'estero (aire), a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, purché non locata o data in comodato d'uso

- Lavori pubblici, qualificazione degli esecutori: le disposizioni provvedono a ridurre il numero delle categorie cosiddette "superspecialistiche" e delle categorie a qualificazione obbligatoria, riproducendo di fatto le norme del decreto ministeriale 24 aprile 2014, che hanno individuato le categorie di lavorazioni che richiedono l'esecuzione da parte di operatori economici in possesso di specifica qualificazione, e che pertanto di fatto vengono "legificate"

- Lotta all'occupazione abusiva di immobili: disciplina ad hoc per contrastare le occupazioni abusive di immobili. Le norme impediscono a chi occupa senza alcun titolo un immobile di chiedere la residenza e l'allacciamento ai pubblici servizi (gas, luce, acqua)

- Programma straordinario di edilizia residenziale, revoca dei finanziamenti: previsti alcuni casi di revoca dei finanziamenti del programma straordinario di edilizia residenziale destinato ai dipendenti statali impegnati nella lotta alla criminalità organizzata e disciplina il riutilizzo delle risorse

- Recupero immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica: un decreto interministeriale individuerà i criteri per la formulazione di un programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, finanziato, nel limite di 500 milioni di euro, con le risorse provenienti da finanziamenti revocati che erano stati in precedenza destinati alle infrastrutture strategiche

- Semplificazioni in materia edilizia: modifica del testo unico edilizia (dpr 380/2001) per escludere, dal novero degli interventi di nuova costruzione, i manufatti leggeri, anche prefabbricati e strutture di qualsiasi genere che non siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee purché siano installati, con temporaneo ancoraggio al suolo, all'interno di strutture ricettive all'aperto, in conformità alla normativa regionale di settore, per la sosta ed il soggiorno di turisti

- Tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire: introdotta una disciplina per tutelare i diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire

- Verifica dei progetti, norme transitorie: prorogata di due anni la norma transitoria in base alla quale è consentito comprovare i requisiti di partecipazione alle gare richiesti alle società che operano nell'attività di verifica dei progetti anche con attività di progettazione, direzione dei lavori o collaudo