Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quali sono le città che oggi rischiano una nuova bolla immobiliare?

Un'immagine di Londra
Gtres
Autore: Redazione

Londra guida la classifica delle città maggiormente a rischio se si parla di bolla immobiliare. Seguono Hong Kong e Vancouver. E’ in metropoli come queste che i valori reali degli immobili sono raddoppiati dal 1998 ad oggi e in media sono più elevati rispetto ai livelli precedenti la crisi finanziaria. I dati emergono dal “Global real estate bubble index” elaborato da Ubs.

I fattori che spingono in alto i prezzi

Il “Global real estate bubble index” di Ubs analizza le quotazioni delle case in 15 città nel mondo, evidenziando immediatamente il fatto che i prezzi delle abitazioni sono eccessivi nella maggior parte dei centri esaminati. Da quanto emerso, a spingere i prezzi diversi fattori: la fiducia in un’economia in ripresa, le attese di crescita del mercato immobiliare, l’arrivo di capitali internazionali, gli acquisti di privati per investimento.

Le città a rischio

Alla luce di ciò, quali sono le città che rischiano la bolla immobiliare? Prima fra tutte è Londra, seguita da Hong Kong, Sydney, Vancouver, San Francisco, Amsterdam, Ginevra, Zurigo, Parigi, Francoforte, Tokyo, Singapore, New York, Boston e Chicago.

Dove servono più anni di stipendio per acquistare una casa di 60 m2

E’ interessante poi vedere quanti anni di stipendio sono necessari per acquistare una casa. Hong Kong, Londra, Parigi, Singapore, New York e Tokyo risultano essere le città dove i prezzi delle case sono meno allineati ai redditi locali. Qui per acquistare un appartamento di 60 m2 sono necessari tanti anni di stipendio. Ad Hong Kong si parla di oltre 20 annualità.

Articolo visto su
Le città dove cresce il rischio bolla (Casa24 plus - il sole 24 ore)