Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il futuro non è poi così lontano: un materiale innovativo per case "piegabili"

Autore: Redazione

Una casa da piegare e impacchettare in una borsa, oppure una parete che si trasforma in una finestra con un click. Il futuro non è poi così lontano grazie ad un materiale innovativo che si può piegare più volte. Ad inventarlo è stato un gruppo di ricerca dell'università di Harvard, coordinato dall'italiana Katia Bertoldi.

Si tratta di un materiale robusto che è capace di modificare forma, dimensione e volume. Può trasformarsi in un oggetto, come una sedia o in un rifugio di emergenza. Forma, volume e rigidità possono essere modificati completamente e costantemente regolati e controllati. "Non solo sappiamo esattamente come si deforma il materiale, ma sappiamo anche di cosa abbiamo bisogno per ottenere la forma che vogliamo'' ha rivelato Bertoldi. I ricercatori si sono ispirati agli origami per ottenere un 'cubo' molto particolare con 24 facce e 36 spigoli. Ed è da questo cubo che si parte per creare gli oggetti desiderati, perché il cubo può essere piegato lungo i bordi (che agiscono come cerniere), grazie a meccanismi integrati nella struttura chiamati attuatori pneumatici.

I ricercatori hanno collegato fra loro 64 di questi singoli cubi per creare una struttura che può assumere tantissime forme diverse: diventare più grande o ridursi e diventare persino piatta. Inoltre quando cambia forma, il materiale può diventare più rigido o al contrario più flessibile. Per il primo autore, Johannes Overvelde, ''il sistema ha implicazioni interessanti per l'architettura 'dinamica' e può essere usato, per esempio, per realizzare 'rifugi portatili' e tetti a scomparsa'