Notizie su mercato immobiliare ed economia

Roma, affitti in lieve calo: -1,1% nel secondo trimestre 2016

Autore: Redazione

I dati dell’ufficio studi idealista mostrano un calo dei canoni d’affitto nella Capitale dell’1,1% nel secondo trimestre dell’anno, a 13,9 euro/m². La variazione tra il secondo semestre 2016 e il secondo semestre 2015 è dello 0,6%, a testimonianza che i prezzi rimangono su valori alti e stabili in città.

Per Vincenzo De Tommaso, dell’ufficio studi idealista: “l’offerta è aumentata nella Capitale, allungando i tempi necessari per affittare. Anche nelle zone più ambite, come il Centro, Parioli, Trieste o Nomentano il mercato va a rilento per via di una domanda molto selettiva. Si cercano per lo più bilocali e trilocali, in zone ben collegate, con un buon rapporto qualità prezzo. La casa desiderata dai romani è ammobiliata, ha il balcone e la cucina separata dal soggiorno. Portuense e Monteverde sono i quartieri più gettonati”.

Seguono la tendenza ribassista 16 delle 23 zone monitorate. Il maggior calo si è prodotto nel quartiere Prenestino (-5,2%), seguito da Ottavia-Primavalle (-3,4%), Nomentano-San Lorenzo (-3,2%) e Garbatella Ostiense (-3,1%).

Cali superiori alla media del periodo in Gianicolense-La Pisana (-2,2%) e ai Parioli (-2%). Ribassi inferiori al 2 per cento per i quartieri Aurelio (-1,9%), Monte Sacro e Cinecittà - entrambi con un ritocco al ribasso dell’1,6% -. Poco più in basso si trovano anche il residenziale Casal Palocco-Infernetto (-1,4%) e le carissime vie del Centro (-1,2%). 

Tra le zone in controtendenza si segnalano Portuense-Magliana (7,6%), Lido di Ostia (5,5%) e Giustiniana-La Storta-Olgiata, dove i proprietari chiedono ora un 4,2% in più di 3 mesi fa.

Il Centro è la zona più esclusiva per le locazioni, con una media di 22,1 euro/m². Lo seguono

Prati (17,1 euro/m²) e Parioli (15,9 euro/m²). I prezzi più bassi della città si trovano invece in Roma Est-Autostrade (9,5 euro/m²), che precede di poco Labaro-Pima Porta (9,8 euro/m²). Questi sono gli unici quartieri dove per affittare un metro quadrato bastano meno di 10 euro.

Nel resto delle province laziali 

Le statistiche provinciali mostrano come i prezzi siano in aumento sia nel frusinate che nel viterbese, con rimbalzi rispettivamente del 3,8% e del 2%. Timidi progressi in provincia di Roma (0,6%), mentre Rieti e Latina non sono rilevabili.

I prezzi più alti a livello regionale spettano alla provincia di Roma, con una media di 12,6 euro/m², all’opposto c’è Frosinone con 5,3 euro al metro quadrato.

Etichette
Affitti Roma