Notizie su mercato immobiliare ed economia

Piemonte, i prezzi scendono ancora: -1,3% nel terzo trimestre 2017

Pixabay
Pixabay
Autore: Redazione

I valori delle case di seconda mano calano del -1,3% in Piemonte nel terzo trimestre 2017, a una media di 1.345 euro/m². Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, i prezzi hanno accusato una correzione negativa del 5,2%, stando ai dati del marketplace immobiliare idealista. Si tratta di una tendenza ribassista che ricalca fedelmente l’andamento dei prezzi a livello nazionale.

Province 

Dopo i mesi estivi la tendenza ribassista dei valori immobiliari ha toccato 6 province piemontesi su 8: Torino (-3,5%), Asti (-3,4%) e Biella (-2,7%) segnano i cali maggiori. Svalutazioni sotto la media del periodo ad Alessandria (-0,8%), Novara (-0,4%) e Vercelli (-0,1%). In controtendenza, Cuneo (2%) e Verbano-Cusio-Ossola (0,2%) chiudono il trimestre in terreno positivo.
Sul fronte dei prezzi, i metri quadri più esclusivi si trovano in provincia di Verbano-Cusio-Ossola (1.742 euro/ m²) e Torino (1.484 euro/ m²). La più economica è Biella con 654 euro/m².

Capoluoghi

I principali mercati cittadini sono in controtendenza rispetto alla provincia, come denota le performance positive di Cuneo (7%), Novara (2,3%), Biella (1,7%) e Vercelli (1,6%). Aumenti moderati per Verbania (0,5%) e Alessandria (0,4%), continuano a perdere quota Asti (-3,4%) e soprattutto Torino (-4,7%).

La graduatoria dei prezzi è comandata da Verbania (1.933 euro/m²), davanti a Cuneo (1.665 euro/m²); dopo l’ulteriore riduzione circa 80 euro nell'ultimo trimestre, Torino scende a una media di 1.579 euro al metro quadro; fanalino di coda resta Biella con 735 euro al metro quadro. 
Per questo report l’ufficio studi di idealista ha monitorato l’andamento di 76 comuni piemontesi (27.571 annunci). Il top dei valori regionali si tocca a Bardonecchia con 2.980 euro/m². La località deve il suo successo agli ottimi collegamenti con Milano e Torino.  

Il trend nazionale del terzo trimestre 

I prezzi delle case di seconda mano in Italia  segnano un decremento dell’1,7% dopo i mesi estivi. Secondo i dati del marketplace immobiliare idealista, si tratta della peggiore performance registrata quest’anno, che porta i valori fino a una media di 1.818 euro al metro quadro. Il trend negativo investe quasi tutte le regioni italiane a eccezione di Sardegna (0,6%), Liguria (0,4%) e Puglia (0,2%).