Notizie su mercato immobiliare ed economia

Prezzi case, Eurostat: “Nell’Ue in un anno +4,3%, in Italia -0,8%”

Autore: Redazione

In Italia, nel terzo trimestre 2018, i prezzi delle case hanno fatto registrare un calo dello 0,8% sia rispetto allo stesso periodo del 2017 sia rispetto al trimestre precedente. A renderlo noto l’Eurostat, secondo cui i valori delle abitazioni nel terzo trimestre del 2018 su base annua sono aumentati del 4,3% nella zona euro e nella Ue.

Rispetto al secondo trimestre 2018 i prezzi delle abitazioni sono saliti dell’1,6% nella zona euro e dell’1,5% nella Ue. Diversa la situazione dell’Italia, dove invece si è registrato un calo dell’indice (-0,8%) sia rispetto allo stesso periodo del 2017 sia rispetto al trimestre precedente.

Secondo quanto emerso, i maggiori aumenti nel terzo trimestre 2018 su base annua sono stati registrati in Slovenia (+15,1%), in Olanda (+10,2%) e in Irlanda (+9,1%). I cali maggiori in Svezia (-2,1%) e in Italia (-0,8%).

Rispetto al trimestre precedente, gli aumenti più importanti sono stati registrati in Olanda (+3,3%), Malta (+3,1%) e Croazia (+2,8%). I cali maggiori sono stati registrati in Italia (-0,8%), Romania (-0,7%), Finlandia (-0,4%), Slovacchia (-0,3%) e Ungheria (-0,2%).

Commentando i dati diffusi dall’Eurostat, su Twitter, il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ha affermato: “Nuova rilevazione Eurostat: mercato immobiliare florido in tutta Europa tranne che in Italia. E dal 2019 - grazie alla manovra - i Comuni potranno aumentare Imu e Tasi, rendendo ancora più grave il carico di tassazione patrimoniale. Quando si capirà che va cambiata politica?”.