Notizie su mercato immobiliare ed economia

Milano, nuova vita per Rogoredo tra social housing e musica

Redomilano
Milano Rogoredo, i progetti di riqualificazione / Redomilano
Autore: Redazione

Milano Rogoredo sta per diventare il centro di un grande intervento di riqualificazione all’insegna del social housing.

Nuovo campus del Conservatorio in arrivo a Rogoredo

Come annunciato dall’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran sul suo profilo Facebook, l’area di Corvetto/Rogoredo sarà interessata nei prossimi tempi da diversi investimenti per scongiurare il degrado. Il Conservatorio, ad esempio, aprirà il suo campus nel bel mezzo di quello che oggi è tristemente noto come il boschetto della droga, utilizzando la palazzina ex-chimici delle acciaierie Redaelli come punto centrale di un progetto che mira a fare della musica il centro culturale della riqualificazione della zona. Il progetto, che dovrebbe valere all’incirca 30 milioni di euro, è al vaglio del Politecnico di Milano.

REDO Milano, social housing a Rogoredo

Non solo. La zona di Rogoredo sarà anche sede di uno dei più grandi interventi di social housing d’Italia, il progetto REDO Milano. Realizzato dal Fondo Immobiliare di Lombardia, fondo etico per l’housing sociale promosso da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia, il progetto sorgerà su aree messe a disposizione dal Comune di Milano.

Il fondo, gestito da InvestiRE Sgr, annovera tra i propri quotisti importanti istituzioni come il Fondo Investimenti per l’Abitare gestito da Cdp Investimenti Sgr e sottoscritto da Cassa depositi e prestiti per 1 miliardo di euro.

Il quartiere interessato da REDO Milano è Rogoredo Santa Giulia, che si prepara a diventare uno dei più innovativi hub della città. L’intervento, per il quale sono stati investiti complessivamente oltre 70 milioni di euro, offrirà un contributo importante al processo di riqualificazione del quartiere. Oltre al progetto di social housing previsto sorgerà anche una nuova scuola media pubblica dotata di palestra, operativa dall’anno scolastico 2019-2020. La data prevista per la conclusione dei lavori è settembre 2019, con l’ingresso dei primi inquilini a inizio 2020.

REDO Milano: il progetto

Il progetto di social housing prevede la realizzazione di 615 appartamenti di diverse dimensioni e tipologie, dai monolocali ai quadrilocali, offerti in locazione e vendita convenzionata per rispondere alle diverse esigenze dei futuri residenti.

“Altri 615 appartamenti in social housing si aggiungono ai circa 2.000 attualmente gestiti a Milano da InvestiRE Sgr, - spiega Fabio Carlozzo, managing director di InvestiRE Sgr . - Una famiglia spenderà a REDO Milano mediamente 485 euro al mese, Iva inclusa, per un bilocale incluso di posto auto. Circa il 50% in meno dei valori di mercato ma con qualità e soluzioni che pongono il progetto all’avanguardia degli standard realizzativi odierni: soluzioni smart basate su tecnologia inclusiva per risparmiare e migliorare la vita delle persone”.

REDO Milano si sviluppa lungo un viale su cui si affaccia un articolato sistema di corti
aperte e permeabili.
La via centrale si chiude in una grande piazza posta a nord,
dove si concentrano i servizi commerciali e i servizi utili alla vita quotidiana. Sei studi
di architettura, sette società di ingegneria e altri partner tecnologici hanno
contribuito alla realizzazione del progetto garantendo qualità nel concept e
infrastrutture tecnologiche d’avanguardia. L’organizzazione degli spazi pubblici e del
verde uniti a una nuova concezione dei servizi a supporto dell’abitare e alle
dotazioni tecnologiche a servizio delle persone rendono il nuovo quartiere un vero e
proprio smart district.

Sul sito www.redomilano.it sono chiarite le modalità di partecipazione al bando per i primi 148 appartamenti, i requisiti e i documenti necessari, i termini temporali da rispettare.