Notizie su mercato immobiliare ed economia

La mappa dei prezzi della case nelle principali città italiane: periferie vs centro

Autore: Flavio Di Stefano

Il mercato residenziale, come qualsiasi altro settore, ha subìto l’impatto della crisi economica scaturita dall’emergenza sanitaria. Cerchiamo di capire quale sia stato l’effetto covid sui prezzi delle case nelle principali città italiane, a che ritmo crescono le periferie rispetto ai centri storici secondo i dati di idealista. Ecco il focus su Roma, Milano, Torino, Bologna e Firenze.

Il quadro generale, a settembre 2020, conferma Milano come città con i prezzi medi al mq più cari (3.994 €/m2), seppur con un calo del 2,20%rispetto ad agosto, i valori sono in lieve aumento (18,9%) rispetto allo stesso periodo del 2019. Tra le città prese in esame segue Firenze (3.924 €/m2) che però registra un calo dello 0,9% su base annua.

Poco più dietro si piazza Bologna, dove il prezzo medio per acquistare casa è di 3.046 €/m2 (in aumento del 2,8% su base annua). A Roma, invece, gli acquirenti devono sborsare mediamente 2.897 €/m2 (+2,2% rispetto ai dati di agosto 2019) per comprare casa. Decisamente più economici, invece, i prezzi a Torino (1.678 €/m2 e +6,9% rispetto ai valori dello scorso anno). Ma entriamo nel dettaglio, analizzando città per città le differenze tra centro e zone periferiche (ma senza uscire dal Comune).

Roma

Nella Capitale, mediamente i prezzi delle case nel centro storico sono calati del 6,1% rispetto a settembre 2019 (+1,1% rispetto ad agosto) e si attestano sui 5.902 €/m2. La zona di Roma che è cresciuta di più nell’ultimo anno è l’Appio Latino (+11,1%), qui i prezzi medi si aggirano sui 4.096 €/m2. Tra le zone periferiche, si segnalano le prestazioni di Labaro-Prima Porta (2.150 €/m2 e +10,4% su base annuale).  Crescono rispettivamente del 7,3 e 5,9% Malagrotta-Casal Lumbroso-Ponte Galeria (2.164 €/m2) e Ottavia-Primavalle (2.741 €/m2).

Milano

Nel capoluogo lombardo, invece, i prezzi delle case in centro sono continuati a crescere nell’ultimo anno (+15,9%) e hanno raggiunto una media di 9.408 €/m2. In periferia, però, si segnala il balzo considerevole (+57,9%) della zona Cermenate-Missaglia che tocca il valore medio di 3.370 €/m2 (in crescita dell’1,7% anche nell’ultimo mese). Da sottolineare anche la prestazione di Certosa (29,90%) che si assesta a 2.846 €/m2. Seguono Vigentino-Ripamonti (3.552 €/m2 e + 25,20% su base annua) e Comasina-Bicocca (2.960 €/m2 e +22,8% rispetto a settembre 2019).

Torino

A Torino i prezzi in centro restano sostanzialmente invariati (-0,3% su base annua), la media per comprare casa è di 2.798 €/m2. In periferia, invece, la variazione più significativa (+13,4% rispetto al 2019) si registra nella zona di Aurora-Vanchiglia, dove la media dei prezzi tocca quota 1.965 €/m2. Mentre dalle parti di Barriera di Milano-Regio Parco-Rebaudengo servono in media 978 €/m2 per comprare casa (+9,6% su base annua).

Bologna

Lieve variazione (+3%), invece, per i prezzi delle case nel centro di Bologna, dove mediamente il valore è di 3.902 €/m2. La zona bolognese che fa registrare il balzo più considerevole (+22,5%) è quella di Navile-Corticella, dove chi vende casa chiede in media 2.746 €/m2. Aumento annuale a due cifre (14,1%) anche a Navile-Lame, qui i valori si aggirano sui 2.604 €/m2.

Firenze

A Firenze, invece, la situazione dei prezzi delle case sembra abbastanza stabile. Per quanto riguarda la situazione del centro, si registra un +0,6% che fa arrivare la media dei prezzi a 4.726 €/m2. Nella zona di Rifredi la media dei prezzi delle case sono di 3.290 €/m2 (+1%rispetto allo stesso periodo del 2019). A Isolotto-Legnaia, invece, i livelli si aggirano intorno ai 3.219 €/m2 (+0,6% su base annua).

Etichette
Prezzi case