Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le case prefabbricate di Google e Facebook: più veloci e più economiche del 40%

Autodesk
Autodesk
Autore: Redazione

Factory OS si dedica alla costruzione di case prefabbricate grazie al supporto di aziende come Facebook, Google, Citi e Autodesk, tra le altre. L'azienda californiana si è specializzata nella realizzazione di case plurifamiliari con un costo fino al 40% in meno rispetto a quelle convenzionali. Tutto questo grazie alla tecnologia e alla riduzione degli scarti sul posto di lavoro.

"Abbiamo combinato una tecnologia pionieristica con metodi di produzione collaudati per costruire edifici modulari plurifamiliari in modo più efficiente e a un costo inferiore. Stiamo costruendo case più convenienti, creando posti di lavoro e finanziando l'innovazione", afferma la stessa azienda suo proprio sito web.

Questa azienda che costruisce le sue case nell'edificio 680 a Mare Island (California) è stata fondata nel 2017 e, con il supporto di grandi multinazionali tecnologiche, dimostra che l'industrializzazione è arrivata nel settore residenziale. Alla fine dello scorso anno, Factory OS ha annunciato un round di finanziamento di 55 milioni di euro a cui hanno partecipato Facebook, Google e Morgan Stanley.

Autodesk
Autodesk

L'azienda nordamericana basa il suo successo su due pilastri fondamentali: gli ultimi strumenti digitali e le sinergie con il sindacato californiano. "Abbiamo tempi di commercializzazione più rapidi, budget inferiori, qualità costante, rischi ridotti, design ecologico, costruzione silenziosa, formazione e occupazione sostenute dai sindacati. Questo tipo di costruzione si traduce in case che possono essere costruite tra il 40% e il 50% più velocemente e con un risparmio compreso tra il 20% e il 40% rispetto alla costruzione convenzionale", rivela l'azienda.

Inoltre, aziende come Autodesk non sono solo coinvolte nel finanziamento, ma anche nella costruzione della casa. "Autodesk fornisce supporto software e ingegneristico per digitalizzare il design modulare del sistema operativo Factory con una produzione snella per una consegna più efficiente e a costi inferiori di case plurifamiliari modulari", viene spiegato sul sito web.

"Gli edifici sono più efficienti dal punto di vista energetico. C'è una migliore climatizzazione", spiega l'azienda in un articolo pubblicato sulla rivista Forbes. Per ora possono già vantarsi di aver costruito più di 1.000 case, ma sicuramente aumenteranno il volume grazie all'ascesa di questo modello di business che è diventato più rilevante dopo il Covid-19.