Notizie su mercato immobiliare ed economia

Questo progetto di case prefabbricate vuole rivoluzionare il concetto di urbanistica sostenibile

AEMSEN
AEMSEN
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

Le case prefabbricate e modulari nell'edilizia civile non sono una novità. Da tempo, infatti, la loro popolarità sta crescendo, con design imponenti senza rinunciare a tutte le comodità. L'offerta si amplia e soprattutto varia, andando a interessare ambiti come la pianificazione urbana.

Un magnifico esempio dell'interazione tra abitazioni prefabbricate e nuovi modi di intendere l'urbanistica e la vita comunitaria si trova nel complesso residenziale di Barbizon, nella città olandese di Capelle aan den IJssel. Sebbene il progetto non sia ancora stato completato, lo studio AEMSEN spera di rivoluzionare il concetto di alloggio, sostenibilità e accessibilità. Questo progetto è caratterizzato dall'utilizzo di moduli prefabbricati in legno. Trattandosi di un modello basato su flessibilità e adattabilità, il concetto costruttivo sviluppato è facilmente applicabile e può essere utilizzato per molti altri luoghi e scopi.

Barbizon è stato concepito come un complesso residenziale verde e modulare, costruito con moduli prefabbricati in legno. Il complesso sarà composto da un totale di 112 appartamenti in 16 diverse tipologie abitative, la cui superficie varia da 45 a 120 mq. I moduli Counter Laminate Modules (CLT) costruiti in fabbrica sono impilabili e commutabili senza costruzione ausiliaria aggiuntiva. Questo metodo di costruzione a secco con materiali a base biologica è uno dei punti di forza con cui si intende aumentare la sua attrattiva come complesso residenziale ecologico.
 

Questi moduli prefabbricati sono facilmente adattabili e riutilizzabili. Il legno lamellare a strati incrociati è ignifugo e il clima interno delle case è confortevole e salubre. La costruzione in CLT è più leggera della costruzione tradizionale, ha buone proprietà isolanti e produce emissioni di azoto molto inferiori.

Il sistema di costruzione modulare fornisce una costruzione CO2 neutra e un modo di costruzione più efficiente e veloce rispetto agli standard attuali. Serve molto meno materiale da costruzione e la costruzione stessa è meno inquinante. Poiché tutti i tipi di tipologie abitative possono essere realizzati con questo sistema, è adatto a molti scopi. Rende gli edifici circolari e sostenibili accessibili a tutti.

"La costruzione circolare, modulare ed energeticamente neutra con il legno ha davvero un futuro. E' più leggera della costruzione tradizionale, ha buone proprietà isolanti e genera emissioni di azoto molto inferiori. Rende la sostenibilità e la circolarità accessibili a tutti", afferma Asper Jägers, membro del team di AEMSEN.

In questo modo è possibile ristabilire l'equilibrio tra città e natura. La simbiosi con la natura è rafforzata integrando vegetazione e biodiversità nel sistema modulare di facciate e tetti. Ma, oltre alla vegetazione e alla biodiversità, anche l'interazione sociale tra i residenti gioca un ruolo centrale in questo concetto. Gli spazi verdi comuni all'aperto a forma di valle verde sono accessibili a tutti i residenti del complesso attraverso i corridoi in modo da offrire un contesto perfetto per facilitare l'interazione sociale tra i futuri residenti.