Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecco otto piccoli alberi da piantare nel tuo giardino

Prendi in considerazione lo spazio, il clima, il tipo di foglie e se produce frutti. In caso di dubbi, parla con un esperto

Pixabay
Pixabay
Autore: Lucía Martín (collaboratore di idealista news)

Sei estremamente fortunato ad avere un giardino, ma vorresti sistemarlo e dargli un po' di anima. Ti aiutiamo illustrandoti quali sono i migliori piccoli alberi da piantare. 

Se vuoi davvero ridisegnare il tuo giardino, la prima cosa da fare è comunque parlare con un professionista, che saprà consigliarti meglio di chiunque altro su come sistemare lo spazio e su cosa hai bisogno. Ecco in ogni caso quello che è importante tenere a mente:

Qual è la dimensione del giardino: se il giardino non è molto grande, bisogna valutare bene quali piante scegliere. Le piante non devono disturbare il vicino e devono rispettare le dimensioni dell'abitazione.

Considera il tempo: sebbene gli alberi siano resistenti, bisogna tenere in considerazione il proprio tempo per fare una buona scelta.

La terra: se parliamo di un alberello in vaso, parliamo di una profondità di almeno 80 cm. Le opportune proporzioni vanno fatte se si vuole prendere in considerazione un albero più grande. Tenendo presente che gli alberi occupano spazio e richiedono sostanze nutritive.

Sempreverde o non? Chi  ha un giardino sa che questo comporta ore di lavoro. Se si desiderano piante che non sono sempreverdi, bisogna considerare che perderanno le foglie e che quindi di tanto in tanto bisogna fare una buona opera di pulizia.

Con frutti o senza? E' un altro aspetto da valutare. Bisogna decidere se avere una pianta con sole foglie o se vi voglia raccoglierne i frutti.

Considerati questi aspetti, ecco una piccola selezione di alberi:

Eriobotrya japonica (nespolo). Originario dell'Asia, raggiunge tra i 6 e gli 8 metri di altezza. La fioritura avviene in autunno e i frutti nascono in primavera. Ha bisogno di sole, ma può crescere anche in leggera ombra. Richiede terreni ben drenati. E' l'albero ideale se vuoi dare un tocco tropicale al tuo giardino.

Lagerstroemia indica (crape mirto o mirto di crepe). Originario della Cina, del Giappone e dell'India, può raggiungere i 6 metri, con un diametro simile. I suoi bellissimi fiori di solito compaiono in estate. Possono essere rosa, lilla, viola o bianchi. Richiede sole, ma non è esigente in termini di suolo. Tollera il gelo, un dettaglio importante se vivi in ​​un luogo con inverni rigidi. Ideale se cerchi un tocco di colore.

Robinia hispida (Acacia rosa). Originario del Nord America, è un albero che fiorisce solitamente in primavera ed estate (fiori rosa). Può raggiungere i 3 e i 5 metri, con un diametro compreso tra 1,5 e 3 metri. Necessita di sole e suoli fertili e ben drenati. Tollera il freddo.

Punica granatum (melograno). Di solito non supera i 5 metri di altezza. Fiorisce tra aprile e giugno, è comune vederlo nelle zone mediterranee perché necessita di temperature calde. Il suo tronco si attorciglia man mano che cresce.

Cercis siliquastrum (albero di Giuda). E' conosciuto anche come l'albero dell'amore. Ha un tronco che si attorciglia man mano che cresce. Non resiste permanentemente agli ambienti freddi. Normalmente raggiunge i 6 metri.

Arancio: foglie sempreverdi e un bel tronco diritto. Richiede molta luce e acqua. Come ricompensa, ti darà delle arance.

Limone: della stessa famiglia del precedente. Sempreverde, di solito non raggiunge i 6 metri. Richiede acqua e un terreno ben fertilizzato. Resiste al freddo, ma non al gelo. Può dare frutti tutto l'anno a seconda della varietà.

Prunus dulcis (mandorlo). Una gioia per gli occhi per i suoi fiori rosa. Non cresce molto, di solito è resistente e ha un fabbisogno idrico moderato. Certo: abbiate pazienza perché la maturazione delle mandorle è piuttosto lenta.
 

Etichette
Giardini