Notizie su mercato immobiliare ed economia

Diffamazione dell'amministratore di condominio e avviso di pignoramento nell'androne, cosa accade

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Si parla di diffamazione dell'amministratore di condominio se l'avviso di pignoramento viene affisso nell'androne? Secondo la sentenza n. 22777 della Cassazione, no. Ma l'intenzione deve essere quella di mettere al corrente gli altri condomini sulle ricadute economiche dell'atto che riguardano tutti. Conta dunque il tono asettico e lo spirito di servizio con cui viene fatta la comunicazione.

Con la sua sentenza, la Cassazione ha accolto il ricorso dell'amministratore di condominio esludendo la diffamazione. Diversamente, la Corte di Appello aveva dato per scontato la consapevolezza, nel posizionare l'avviso di pignoramento nell'androne, di mettere in cattiva luce il condomino.

Ma attenzione. Come sottolineato dal Sole 24 Ore, che ha esaminato la questione, "la giurisprudenza precedente della Cassazione è però ferma nell'escludere la possibilità di affiggere nella bacheca dell'androne condominiale il nome dei condomini morosi. L'interesse degli altri condomini a conoscere le posizioni debitorie del singolo va soddisfatto con i rendiconti inviati singolarmente o ai creditori su richiesta. Mentre l'affissione in un luogo, in cui transitano tutti, si traduce in una diffamazione e nella violazione dei dati personali del soggetto messo alla 'gogna'".