Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mercato immobiliare di lusso, Savills: "Case più costose al ritmo più veloce dal 2016"

I prezzi degli immobili nel mercato prime sono cresciuti di quasi il 4% nel primo semestre

Engel & Völkers
Engel & Völkers
Autore: Redazione

Il mercato residenziale globale è rimasto stabile durante la prima metà del 2021. A dirlo l'ultimo aggiornamento del "Prime Residential World Cities Index" di Savills Aguirre Newman, il quale indica che nelle 30 città del mondo analizzate i valori sono cresciuti in media del 3,9% nel primo semestre. Si tratta dell'aumento più rapido da dicembre 2016.

I bassi tassi di interesse, il recupero della fiducia degli acquirenti, l'aumento delle transazioni nella fascia di prezzo più alta e le misure di stimolo economico hanno contribuito al forte aumento dei prezzi degli immobili, secondo Savills. Questa crescita è stata preceduta da un periodo più moderato, poiché i valori tra giugno 2018 e dicembre 2020 sono cresciuti in media solo dello 0,7% a causa dell'incertezza globale e dei cambiamenti fiscali e politici in molte città.

Tuttavia, oltre il 70% delle località ha registrato una crescita positiva, mentre il resto dipende fortemente da acquirenti internazionali ed è stato colpito da restrizioni di viaggio.

Leggero aumento dell'affitto

Per quanto riguarda gli affitti, dopo il calo nell'ultimo semestre del 2020 dell'1,8% dei canoni prime a causa delle restrizioni globali sui viaggi, della minore domanda di ricollocamento dei dipendenti e dell'ingresso di appartamenti turistici nel mercato a lungo termine in molte città, gli affitti sono aumentati dello 0,5% nella prima metà del 2021.

Secondo Savills Prime World Cities, il 39% delle città ha registrato un aumento degli affitti nei primi sei mesi del 2021, rispetto al 25% dello stesso periodo del 2020. Le località meno colpite dalle limitazioni e quelle suburbane hanno visto un incremento maggiore.

La redditività media nelle 30 città dell'indice è stata del 2,9% da gennaio a giugno 2021, mentre nello stesso periodo del 2020 si è attestata al 3,1%.