Notizie su mercato immobiliare ed economia

Uffici a Milano, quali sono le zone migliori

I numeri del report World Capital-Nomisma

uffici a milano
Uffici a Milano, i trend secondo World Capitale e Nomisma / Gtres
Autore: Redazione

Il settore immobiliare ad uso ufficio ha chiuso il 2019 con un trend positivo, in leggera crescita rispetto agli anni precedenti. I numeri di Nomisma e World Capital.

Secondo il Report Uffici 2019 di World Capital, in collaborazione con Nomisma, in cui si analizzano i canoni di locazione degli 88 NIL (Nuclei d’Identità Locale), i mq relativi al vacancy e quelli dei nuovi sviluppi, con particolare riferimento al mercato di Milano, i numeri parlano di buona salute del settore.

Per quanto riguarda la locazione, nel Centro della città viene registrata una prime rent di 550 €/mq/anno, con aumenti in zone divenute interessanti negli ultimi anni, come Porta Nuova cui valori di locazione sono arrivati a 450 €/mq/anno.

Per quanto riguarda la valutazione della zona in cui gli edifici sono inseriti, il Context Score Nomisma (ovvero l’indice sintetico che, a partire da dati georeferenziati, restituisce un giudizio di valore sull’attrattività immobiliare di una microzona) si è occupato di assegnare agli 88NIL milanesi una valutazione, tra 0 e 100, sulla base di accessibilità della zona per imprese, accessibilità della zona per individui, real estate non residenziale, real estate residenziale, solidità economica imprese, popolazione, affidabilità creditizia, dotazione di servizi e presidio del territorio.

Tra le zone più attrattive per gli immobili a destinazione commerciale, in questo modo, è stato assegnato un Context Score di 93,5 alla zona Duomo, 91,3 a Buenos Aires – Porta Venezia e 90,7 a Brera.

“L’eccellente performance del settore degli uffici milanese impone un’attenta selezione delle opportunità. – dichiara Luca Dondi, AD di Nomisma – Lo sguardo ai fondamentali micro territoriali rappresenta un fattore di potenziale salvaguardia e una garanzia di sostenibilità di valori talvolta alimentati da indiscriminata euforia.”

“Il 2019 per il settore immobiliare uffici si è concluso in positivo e le previsioni per il 2020 sono sicuramente incoraggianti. – dichiara Andrea Faini, CEO di World Capital – L’ufficio diventa sempre più un luogo da personalizzare non solo negli spazi, ma anche nei servizi interni. La location risulta fondamentale per la scelta della propria sede, per questo siamo felici di introdurre nel nostro Report Uffici un’intera sezione dedicata al context score di Nomisma, strumento capace di misurare l’attrattività della zona dov’è ubicato l’immobile.”

Il Report Uffici fornisce poi una panoramica del mercato immobiliare direzionale delle altre location italiane, come per esempio Roma, che nel Centro registra il canone massimo di 360 €/mq/anno), cresciuto di circa il 10% negli ultimi due anni.