Notizie su mercato immobiliare ed economia

Turismo in Lombardia, i dati della crescita

Turismo in Lombardia / Gtres
Turismo in Lombardia / Gtres
Autore: Redazione

Crescono i settori legati all’ospitalità in Italia e Lombardia. Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati del registro imprese 2019, 2018 e 2014, il business in regione supera i 3 miliardi di euro su 16 miliardi a livello nazionale. Tra il 2014 e il 2019 le imprese attive sono passate da 44 mila a 54 mila  a livello nazionale e da oltre 3 mila a oltre 4 mila in regione, rispettivamente +23% e +26%. La crescita nell’ultimo anno supera il 4% in entrambi i casi. Le imprese lombarde del settore sono circa una su dieci del totale italiano e hanno circa 41 mila addetti, +22% in cinque anni, su 323 mila in Italia, +17%.

“Bisogna puntare sulla qualità, sulla diversificazione dell’offerta, - dichiara Valeria Gerli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, - non solo commerciale, mettendo in evidenza il patrimonio che noi abbiamo in maniera permanente: museo e siti archeologici, artigiani e ristoratori di qualità. Occorre orientare e indirizzare i visitatori alla scoperta di tutte le proposte, anche quelle minori e di nicchia. Questo significa valorizzare il territorio, con i suoi siti pubblici e tutte le attività che vi vengo svolte da professionisti e imprese private. Lanciamo un monito: vanno bene i numeri dei visitatori italiani e stranieri in forte crescita, ma non bisogna perdere di vista la qualità e l'etica: la visita, il viaggio devono essere occasioni di crescita, educazione, acculturazione, conoscenza dell'altro”.

“Dal nuovo codice identificativo che sta per introdurre il governo su scala nazionale – aggiunge Maurizio Naro, presidente Federalberghi Milano, Lodi, Monza e Brianza (Confcommercio Milano), - ci aspettiamo che emergano anche le attività non imprenditoriali per dare una visione più completa e corretta dell'ospitalità in Italia. Una azione positiva per rafforzare il sistema turismo del Paese”.

Alberghi in Lombardia

Per quanto riguarda gli specifici settori, al primo posto troviamo gli alberghi con oltre 2 mila imprese in regione su 27 mila in Italia, stabili in cinque anni (+1% in regione e -0,8% in Italia), quasi raggiunti dai bed & breakfast con quasi 2 mila attività su 25 mila in Italia, +85% e + 68% in cinque anni, infine i 181 campeggi della regione  su 1.893 nazionali, +5% e + 6%. Un settore femminile, in cui le donne pesano il 33% in Lombardia e il 35% in Italia. Forte la presenza giovanile con l’8% di tutte le imprese mentre gli stranieri controllano il 7% in regione e il 6% in Italia.

Turismo a Milano primo in Lombardia

Milano città ha 1.158 imprese, in crescita del 7% in un anno e dell’82% in dieci  anni con un picco di crescita nel periodo di Expo, +10% circa, trainato dai bed & breakfast. Il capoluogo lombardo è primo in Lombardia con 1.401 imprese, +7% in un anno e +40% in cinque anni, 22 mila addetti e un giro d’affari annuo da 2,4 miliardi. Vengono poi Brescia con 870 imprese (+14% in cinque anni) e 8 mila addetti, Sondrio con 685 imprese, +30% in cinque anni e oltre 3 mila addetti, Bergamo e Como con quasi 400 imprese e oltre 2 mila addetti, entrambe con una crescita superiore al 20% in cinque anni.

Turismo a Roma primo in Italia

In Italia, prima Roma con quasi 5 mila imprese (+66% in cinque anni), poi Bolzano con oltre 4 mila, + 5% dal 2014, Napoli (+35% nel quinquennio), Rimini e Trento con circa 2 mila, Venezia con 1.700 circa, +23%, Salerno con 1.483, +32%, Firenze e Milano con oltre 1.400, +25% e +40%. Prime per addetti Bolzano con 29 mila, Roma con 24 mila e Milano con 22 mila.