Notizie su mercato immobiliare ed economia

Milano, a Bicocca gli "Igloos" di Mario Merz a metà strada tra spazio fisico e concettuale

De Faveri
De Faveri
Autore: Giovanni De Faveri (collaboratore di idealista news)

Ultimi giorni per visitare al Pirelli HangarBicocca la mostra dedicata a Mario Merz, figura tra le più rilevanti dell'arte povera del dopoguerra.

A 50 anni dalla creazione del primo igloo da parte dell'artista, oltre trenta delle sue opere più iconiche trovano spazio tra le navate dell'ex stabilimento industriale. L'esposizione – intitolata “Igloos”, appunto – curata dal direttore artistico dell'HangarBicocca Vicente Todolí e inaugurata lo scorso 24 ottobre in collaborazione con la Fondazione Merz, chiuderà i battenti il prossimo 24 febbraio.

De Faveri
De Faveri

Il visitatore si trova di fronte a una vera e propria costellazione di igloo, realizzati tra il 1968 e il 2003, anno della scomparsa di Merz. Opere di grandi dimensioni che, riunite tutte insieme in un'esposizione che riprende e amplia la personale dell'artista del 1985 alla Kunsthaus di Zurigo, creano un paesaggio dal forte impatto visivo. Queste abitazioni primordiali rappresentano l’archetipo del mondo, e al tempo stesso una metafora delle relazioni tra interno ed esterno, tra spazio fisico e concettuale, tra individualità e collettività. Attraverso gli igloo, Merz ha voluto quindi indagare i processi di trasformazione della natura e della vita umana.

De Faveri
De Faveri

Gli igloo hanno tutti una struttura metallica, che di volta in volta è rivestita da materiali diversi, la maggior parte di uso comune: pietre e argilla, rami e vetri spezzati, juta e acciaio, che spesso sono incastrati tra loro e presentano elementi o scritte al neon – quest'ultimo metafora dell'energia vitale, che l'artista utilizza per trasformare l'equilibrio delle sue opere. L'ingresso alla mostra è gratuito. Il Pirelli HangarBicocca è aperto dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 22. Dalle 17 alle 21 di giovedì e venerdì e dalle 15 alle 21 di sabato e domenica, inoltre, è anche possibile assistere alla proiezione del documentario “Mario Merz. Igloos”, realizzato da 3D Produzioni per Sky Arte HD.

De Faveri
De Faveri